lunedì 5 gennaio 2009

CLAMOROSO OMICIDIO DAVANTI AL PORTONE DEL CARCERE DI SECONDIGLIANO


Clamoroso omicidio davanti al portone del carcere di Secondigliano (nella foto). Salvatore Mignone, 37enne residente a Melito, con precedenti per reati contro il patrimonio ed omicidio, stava tornando in prigione per la notte dal momento che beneficiava della semilibertà. Appena sceso dalla sua auto, una Fiat Multipla, è stato avvicinato da due killer a bordo di una moto. Il commando ha esploso diversi colpi di pistola. Il pregiudicato è stato immediatamente soccorso e trasportato all’ospedale San Giovanni Bosco, ma per lui non c’era ormai più niente da fare. L’allarme è stato dato dagli stessi agenti di guardia al portone del carcere di Secondigliano. È il terzo omicidio nella zona Nord di Napoli negli ultimi tre mesi: potrebbero essere tutti legati alla faida all’interno del clan Licciardi. Mignone aveva ucciso nel 2001 l’uomo che aveva violentato la nipote.