sabato 10 ottobre 2009

Presi in Spagna i killer di Petru


Sono stati stanati perché frequentavano ambienti malavitosi spagnoli assieme ad altri pregiudicati napoletani rifugiatisi in terra iberica. È finita così, in un residence dove dividevano un appartamento, la latitanza dei cugini Salvatore e Maurizio Forte, di 31 e 29 anni, pregiudicati dei Quartieri Spagnoli. I due sono accusati di aver partecipato all’omicidio del musicista ambulante romeno Petru Birladenau, ucciso il 26 maggio da una pallottola vagante mentre era assieme alla moglie nei pressi della stazione della Cumana di Montesanto. Durante quell’agguato contro Salvatore Mariano, che rimase illeso, fu ferito anche un 14enne che stava giocando a pallone. Ad accusare i cugini Forte, e Marco Ricci (arrestato a luglio), ci sono le testimonianze di 5 persone che li hanno visti, assieme ad altri 5 “pistoleri”.