domenica 15 novembre 2009

AMMAZZATO NEOMELODICO NAPOLETANO


Napoli piange un'altro figlio,un figlio di soli 29 anni che per caso si e' trovato nel posto sbagliato al momento sbagliato,un figlio particolare,un figlio che credeva ancora nei sogni,anzi nel suo grande sogno,diventare cantante di successo,incidere un cd e farsi notare da qualcuno.Salvatore Barbaro aveva solo 29 anni,padre di un bambino di 2 di anni e prossimo alle nozze con la sua cara compagna che gli ha dato la gioia piu' bella piu' sognata della paternita'.Di lavoro Salvatore anzi lo chiamo come lui amava essere chiamato,il suo sinonimo di artista (SALVIO)da tempo coltivava un grnade sogno,si faceva un mazzo tutta la settimana come imbianchino,ma nei fine settimana si esibiva come neomelodico nelle feste di piazza e nei ristoranti di san sebastiano al vesuvio,dove era amato e rispettato da tutti per la sua indole mite educata e di gran bravo ragazzo.Coabitava con i suoceri,e visto che l'appartamento era grande aveva deciso insieme ai suoceri di dividerlo a meta',quella meta' che sarebbe dovuta essere il suo nido d'amore,e proprio lui si stava occupando dei lavori di muratura ,quando i killer lo hanno sorpreso aveva ancora gli abiti sporchi di pittura.Chi lo conosce lo descrive come un ragazzo dai grandi valori umani,umile onesto lavoratore e con una gran voglia di vivere,oltre all'affetto che nutriva per il figlio e per la sua compagna.I killer forse due in sella a una moto di grossa cilindrata,prima di strappare barbaramente questa giovane vita,hanno avuto l'ardire di richiamare dei ragazzini che giocavano a pochi passi dalla loro preda,e li anno fatto allontanare dicendogli che dovevano giocare a guardie e ladri,poi fuori le pistole e il panico,una giovane vita strappata agli affetti dei suoi cari e il suo sogno andato via con lui,volato in cielo.Almeno 15 i colpi,ma solo tre hanno raggiunto salvio alla spalla,torace e collo recidendo di netto la giugulare,una giovane donna subita accorsa per dare aiuto a salvio,racconta che ci son dovuti ben 30 minuti di agonia prima che salvio con occhi pieni di lacrime spirasse,chiamava continuamente la mamma,una scena orrenda,un ragazzo senza nessuna colpa ammazzato cosi' senza motivo.Mi stringo col cuore al dolore dei familiari,per la perdita di una persona cosi' cara e cosi' unica,senza colpe apparenti,sperano che a queste belve senza un briciolo di umanita' li arrestano subito,facendogli scontare la pena dell'ergastolo al 41 bis,o al carcere pane e acqua,che merde e che merda la camorra e chi l'appoggia,che cosa e' diventata napoli e i napoletani,e dopo tutte le cose successe e che stanno continuando a succedere ancora non abbiamo coscienza e forza per ribellarci.Mi vien da ridere quando si parla di rispetto per i detenuti e un carcere piu' umano,ma come si fa',con delle belve simili,altro che carcere dove mangiano e dormono,ci vorrebbero i lavori forzati per questi bastardi,w lo stato w la legge e w a tutti coloro che hanno la forza di ribellarsi.