martedì 3 novembre 2009

LA MISTERIOSA SCOMPARSI DI TRE GIOVANI KILLER DI SECONDIGLIANO


Quello che sto per raccontare e' la sparizione di tre giovani killer inghiottiti nel nulla,forse vittime di lupara bianca,ma fatto sta che i loro cadaveri tutt'oggi non sono stati ancora recuperati.Tutto inizia durante la faida di scampia,gli scissionisti sono in dificolta',credevano che dopo l'omicidio di FULVIO MONTANINO e di suo zio CLAUDIO SALERNO i di lauro si sarebbero automaticamente fatti da parte,e gli irriducibili rimasti fedeli alla famiglia di via cupa dell'arco logicamente sarebbero passati dalla loro parte.Si erano fatti mali i conti,i di lauro rispondono con una ferocia inaudita,massacrando non solo gli infedeli,ma anche tutti coloro che orbitrano intorno a loro,l'ultima mossa degli scissionisti affiliare giovani ladri o killer che comunque vogliono entrare a faida finita e a guerra vinta a pieno titolo nel loro clan.Tra questi ci sono tre giovanissimi killer,molto dotati di freddezza sangue freddo e ferocia quanto basta per massacrare le batterie di fuoco dei di lauro.I tre sono MASSIMO FRASCOGNA detto (massimino o'niro)PAOLO GUARRACINO detto (paolillo)e infine RUGGIERO LAZZARO,tutti e tre killer professionisti schierati dalla parte degli scissionisti con la promessa di sterminare i nemici di via cupa dell'arco.Inizialmente i tre si appoggiano tramite gli scissionisti a mugnano,un comune a pochi chilometri da napoli,il resto degli scissionisti invece e' appoggiato nel comune di varcaturo,e proprio a varcaturo viene stabilita la strategia di morte per colpire i di lauro,proprio a varcaturo si tengono diverse riunioni a cui i tre non mancano mai,sempre presenti e sempre pronti ad eseguire ordini di morte.Su l'altro fronte invece ras e killer non si sono mossi da secondigliano,e proprio nel quartier generale del rione dei fiori COSIMO DI LAURO tiene diverse riunioni per cercare di sterminare nelminor tempo possibile tutti i ras ribelli,tra i tanti giovani killer che sono rimasti fedeli ai di lauro e che stanno massacrando interi nuclei familiari degli scissionisti ci sono due in particolare che fanno davvero paura.Si tratta di UGO DE LUCIA e ANTONIO MENNETTA,entrambi sterminatori degli scissionisti,a Massimo Frascogna Paolo Guarracino ed Ruggiero Lazzaro viene dato il compito di sterminare questa batteria di fuoco che sta dilagando nel gruppo scissionista terrore e lutti.Sicuramente i tre scomparsi commetteranno anche loro diversi omicidi,ma ancora non e' chiaro chi e perche',non ci sono ancora collaboratori di giustizia che anno raccontato questa circostanza,anzi c'e' ne sono tre che stanno raccontando molto di questo gruppo,ma purtroppo le loro conoscenze si limitano al dopo faida e alla fine che gli e'stata riservata a tutti e tre killer.Quello che fino ad adesso e' venuto fuori e che quando la faida stava per finire,ovvero quando gli scissionisti in varie riunioni erano riusciti a reclamare la loro autonomia,la restituzione delle case dei parenti e degli amici cacciati durante la faida,e infine il controllo assoluto di tutte le piazze di spaccio di secondigliano melito e casavatore,fatta eccezione per quella del rione dei fiori,rimasta ai di lauro per sostenere i propri uomini che si trovano in prigione.Dunque gli scissionisti sotto il profilo diplomatico anno vinto,adesso si sta deliniando la disciplina del clan,ruolo gregari e zone da spartire,sembra comunque che i tre incominciano a mancare a molte riunioni che si svolgono a varcaturo,e che fanno orecchie di mercante ai continui richiami e agli inviti dei capi.Anzi fanno il contrario,mandano l'imbasciata ai loro capi che loro vogliono rimanere nella zona di mugnano visto che si possono muovere con disinvoltura e visto che ogni mese gli viene recepito un mensile di tremila euro piu' vari regali dal clan di girolamo affiliati degli scissionisti,e proprio i di girolamo avevano dato copertura ai tre killer.Tutto sembra filare liscio per i tre killer,fino a quando la gente del posto spazientita dagli atteggiamente dei tre non fa arrivare lo scontento alle orecchie dei capi degli scissionisti.Da quando si e' saputo i tre assidui cocainomani dopo aver assunto in grande quantita' lo stupefacente molte volte approfittavano con violenza di donne e ragazze del posto,in alcuni casi addirittura sequestrandole portandole in casa loro per violentarle a turno.La vendetta scatta imminente,gli scissionisti devono per forza sembrare migliori dei di lauro,e specie all'inizio non possono in alcun modo tollerare questi atteggiamenti cosi' rozzi da parte di persone affiliate al proprio cartello.Da quando si e' appreso i primi a essere soppressi con la morte e lo sfregio di non far piu' ritrovare i corpi sono MASSIMINO FRASCOGNA ed RUGGIERO LAZZARO,gli danno appuntamento alle spalle del cimitero di mugnano,loro arrivano in moto,forse i loro carnefici amici arrivano in macchina,fatto sta che da allora nessuno ne riesce piu' a trovare le tracce,i familiari ne denunciano la scomparsa due giorni dopo.Storia a parte quella di PAOLO GUARRACINO,un paio di mesi dopo la scomparsa di MASSIMO FRASCOGNA ed RUGGIERO LAZZARO gli scissionisti incominciano un'opera di epurazione interna nella zona di mugnano,vengono uccisi diversi pregiudicati,poi la scomparsa il mistero che tutt'ora rimane e una sola domanda,che fine ha fatto PAOLO GUARRACINO?