domenica 22 novembre 2009

Le intercettazioni che hanno inguaiato il killer della sanita'


Le intercettazioni ambientali
e le videoriprese sono state
decisive per risalire a Costanzo
Apice quale assassino di Mariano
Bacioterracino. Non appena,
infatti, sono sorti i primi sospetti
sul 28enne, gli investigatori
sono partiti all’attacco piazzando
delle microspie laddove ci
fossero parenti di Apice. Di enorme
importanza, infatti, è stato un
dialogo colto in carcere il 10 novembre,
quando Dora Chiappetta,
moglie del detenuto Gennaro
Ramaglia e sorellastra di Concetta
Caso, a sua volta moglie di Apice,
parlarono proprio dell’omicidio
avvenuto alla Sanità. Dora
Chiappetta, nella conversazione
in oggetto, era accompagnata anche
dalla madre Anna Molino.
Dora: «Andai a casa ed Antonella
disse a noi, voi lo sapete io non
sono mai venuta da voi. Mo vengo
proprio perchè
non tengo neanche
un euro e chi me li
presta. Mamma non
sta ccà, mamma sta
da papà e le cose
già non stanno bene pure per mia
sorella figurati un poco».
Gennaro: «Perchè Costanzo che
fine ha fatto?»
Dora: «Che fine ha fatto?»
Gennaro: «Va fuggendo?»
fondamentale in quanto legherebbe l’uomo al clan
Sacco-Bocchetti anche se non ci sono prove concrete
di un legame camorristico con la cosca della
Masseria Cardone. Ed è proprio un movente di
camorra quella che seguono gli investigatori.
Movente che risale a circa 30 anni fa. Mario
Bacioterracino, ultimo in vita dei presunti sicari di
Gennaro Moccia, doveva essere ammazzato. Il
rapinatore dei Vergini fu infatti processato e assolto
per quel delitto ma forse il Tribunale della camorra
aveva emesso la sua sentenza.
L’AGGUATO AI VERGINI.
LA CONFESSIONE FATTA AD UN AMICO:
«HAI VISTO IL VIDEO DELLA SANITÀ?
QUELLO CHE HA SPARATO È MIO FIGLIO»
Dora: «Eh, e se lo acchiappano
non esce più»
Gennaro: «Per il fatto di quello
della Sanità»
Dora: «l’omicidio»
Anna: «Sono venute le guardie
dentro la casa di Costanzo»
Gennaro: «Dora, allora davvero
è stato lui?»
Dora: «Sì»
Gennaro: «E le guardie?»
Dora: «Già sono sette mesi che
sta facendo che non può andare.
Mo Titta è andata a rispondere ieri
perchè mo Titta è venuta io non
la vedevo da quattro mesi»
Gennaro: «Mica c’entra pure lui
nel fatto della Sanità?»
Dora: «Eh»
Gennaro: «Ma mica è lui sopra?»
Dora: «Eh»
Gennaro: «Giura?»
Dora: «Devi morire tu»
Gennaro: «Io appena vidi il telegiornale,
uh mamma mia dissi,
quello è mio cognato. Dissi, mio
cognato. Mentre i compagni nella
stanza dissero ma quando mai
non è lui. Il compagno dentro la
stanza quello lo conoscono non è
lui».