venerdì 15 gennaio 2010

ARRESTATO ANTONIO ZACCARO 'O LUONGO RAS DI SAN PIETRO A PATIERNO


E' stato arrestato nella notte dalla polizia il reggente dei clan SACCO-BOCCHETTI,il ras di san pietro a patierno che giusto un mese fa sfuggi' alle manette che sempre la mobile di napoli esegui' decapitanto il sodalizio criminale dei sacco-feldi-bocchetti.ANTONIO ZACCARO per gli amici tonino o'luongo era uno dei pochi che sfuggi' al bliz,e l'arteficie secondo gli inquirenti del duplice omicidio costato la vita a GENNARO SACCO e al figlio CARMINE,trucidati a pochedecine di metri dalla loro abitazione poco piu' di un mese fa a san pietro a patierno.La sua carriera criminale o'luongo la fa dopo una lunga gavetta nel clan dei licciardi,spietato killer ma anche un'ottimo diplomatico che in caso di conflitti o guerre era sempre tenuto in grande considerazione per siglare nuove alleanze o finti pace dopo conflitti inutili e omicidiari.Bisogna anche ricordare che o' luongo fu condannato ma poi subito dopo scagionato per il duplice omicidio di PASQUALE IORIO e di suo nipote,trucidati nel rione gescal di scondigliano alla fine degli anni 90.Proprio il fratello di PASQUALE IORIO accuso' o'luongo di essere uno degli esecutori materiali dell'omicidio di suo fratello e di suo nipote,venne messo sotto scorta per fare marcia indietro subito dopo raccontando diversi racconti che comunque allontanarono 'o luongo da una condanna severa e sicura.Poi ci sono altri omicidi che lo vedono coinvolto in veste di mandante ed esecutore,ma la goccia che ha fatto traboccare il vaso sono state le intercettazioni tra lui e CIRO BOCCHETTI detto zi'ciro,che entrambi si lamentavano di GENNARO SACCO e del figlio per il fatto che sperperavano denari senza aiutare i detenuti.Anzi contestano a GENNARO SACCO il fatto che ogni volta c'era da risorvere un problema economico o bisognava aiutare la famiglia di un detenuto,quest'ultimo dimostrava reticenza addicendo che non c'erano fondi necessari,mentre in realta' c'e' nerano eccome,visto che per l'onomastico del figlio gli compro'una ferrari da 100mila euro.Poi l'omicidio di MARIANO BACIOTERRACINO,il fatto che i moccia il clan egemone ad afragola aveva ringraziato GENNARO SACCO per il favore fatto facendo ammazzare dal marito della nipote MARIANO BACIOERRACINO,una vicenda dai contorni oscuri e intriganti che difficilmente si potra' arrivare a una svolta o a una verita'.