sabato 6 febbraio 2010

AMMAZZATO IL KILLER DI GIANLUCA CIMMINIELLO



E' stato attirato in una trappola e punito dal suo stesso clan per uno sgarro forse legato al traffico di sostanze stupefacenti. È l’ipotesi che in queste ore sostengono investigatori ed inquirenti per risalire a mandanti ed esecutori materiali dell’omicidio di Giuseppe Costagliola, detto “scicchilotto”, il 25enne legato agli scissionisti di Secondigliano e latitante dal 19 maggio, ammazzato ad Arzano due sere fa. Il delitto inoltre potrebbe essere collegato in qualche maniera anche a quello di Gianluca Cimminiello, tatuatore di Casavatore, a poche decine di metri dalla casa di Costagliola. Quest’ultimo aveva tre vistosi tatuaggi che potrebbero essere stati fatti dal 32enne trucidato cinque giorni fa davanti al suo negozio.E' proprio questa potrebbe essere il nesso piu' plausibile per inquadrare questi due agguati che in due giorni l'uno da l'altro ha visto massacrare due giovani vite.Proprio questa e' la pista che gli inquirenti stanno battendo nelle ultime ore per risalire ai mandanti e il killer che ha massacrato GIANLUCA CIMMINIELLO,chi lo conosceva lo descrive come un bravo ragazzo senza grilli per la testa,due solo passioni lo legavano da piccolo,la passione per i tatuaggi e quella per il culturismo.Comunque sembra che a decretare la morte del 32 enne ammazzato fuori il suo negozio zendark tatoo sia stato proprio un tatuaggio,un tatuaggio forse che il 32enne non aveva il diritto di tatuare visto che era stato creato da un'altro tatuatore,comunque siamo sempre nell'ambito delle ipotesi ma questa e' quella che resta la piu' plausibile,e' stato ammazzato per la passione che aveva per il suo lavoro.Storia diversa invece per GIUSEPPE COSTAGLIOLA truidato poche sere fa ad arzano,affiliato ai clan degli scissionisti un curriculum criminale di tutto rispetto,era latitante da quando i carabinieri fecere scattare le manette nell'operazione c3 che decapito' il clan degli scissionisti.Inquadrando bene questi due agguati sembra tornare indietro quando al rione berlingieri fu ammazzato SALVATORE FERRARA nel bar mery,e subito dopo venne trucidato il suo kille LUIGI MAGNETI,ammazzato anche lui ad arzano per ordine del suo stesso clan sempre gli scissionisti che cosi' misero la parola fine su un giovane che si stava guadagnando a colpi di pistola notorieta' e stima oltre una buona fetta di business sul traffico della droga.Lo liquidarono cosi' o'mocill,perche' aveva fatto di testa sua senza il bene placido del clan,e sembra che la stessa sorte sia toccata a GENNARO COSTAGLIOLA detto scicchilocc.Avrebbe ammazzato lui GIANLUCA CIMMINIELLO e' per questo e' stato punito dal suo clan,forse doveva solo avvertire il tatuatore senza ammazzarlo magari spararlo nella gamba,comunque al momento sono tutte ipotesi che sicuramente sono al vaglio della grande professionalita' dei carabinieri,bisogna adesso solo capire se la fidanzata e il collaboratore che quella sera si trovavano con GIANLUCA CIMMINIELLO riconoscono in GIOVANNI COSTAGLIOLA il ragazzo che entro' nel negozio di tatoo con la scusa del tatoo esposto fuori i vetrina per far uscire GIANLUCA CIMMINIELLO all'esterno del negozio per finirlo con un colpo di pistola alla gamba e un'altro al petto.Sono ipotesi che in qualche modo collegano questi due agguati avvenuti nell'arco di pochi giorni l'uno dall'altro,si aspetta con dovuta cautela adesso che gli inquirenti facciano il loro lavoro con la solita professionalita' per capire se c'e' un nesso tra i due agguati.