mercoledì 8 settembre 2010

Abuso e sopruso nelle carceri

 (Per tutti i politici e i garantisti italiani,prima di chiedere la grazia per una donna straniera condannata a morte,guardate bene queste foto e riflettete sui tanti detenuti italianiche ogni giorno lasciate morire in modo indegno,vergognatevi,Stefano Cucchi e' l'esempio vivente..
La notizia della condanna ha morte della detenuta iraniana sakenh accusata di adulterio e di complicita' nella morte del marito ha fatto il giro del mondo.Alla donna era stata inflitta la condanna ha morte per lapidazione,il figlio aveva rivolto al mondo intero un accorato appello per salvare la vita alla mamma.I governi europei e di altre nazioni si sono mobilitati con tutti i mezzi necessari per salvare la vita ha questa sventurata,fra i tanti governi che hanno trattato per la sospensione della pena di morte,in prima linea c'e' stata l'italia.Ora mi domando,con quale sfacciatagine e con quale coraggio il governo italiano implora l'iran per salvare la vita di questa donna?quando in italia ogni anno si lasciano morire per suicidi maltattamenti ecc. decine di detenuti?perche' dobbiamo essere rappresentati da un governo fantoccio senza dignita' e senza un minimo di condegno?.Dimentichiamo la storia di Stefano Cucchi?il giovane romano arrestato per pochi grammi di droga,arrestato e percosso fino alla morte?e tutti i detenuti che ogni giorno ogni mese vivono vessazioni i ogni genere,suicidi percosse e tante altre porcherie?perche' guardare altre nazioni e mobilitarsi per una donna straniera quando ogni anno si lasciano morire decine di persone italiane?.L'italia e' l'unica nazione al mondo che nel suo codice di procedura penale condanna per 416bis,e il carcere duro,il cosiddetto 41bis che annulla la volonta' dei detenuti e con lungo andare toglie dignita' e memoria,e tutti i suicidi che succedono?il problema del sovraffollamento,tutte poblematiche che vengono ignorate sia dal governo che dai media oltre che dai potenti che dovrebbero vigilare sul diritto alla salute e alla pena educativa.Solo la settimana scorsa nel carcere di poggioreale si e' lasciato morire Luigi Scotti detto o' gheddaf detenuto di scampia morto subito dopo il colloquio con i familiari in circostanze molto dubitative e strane.Dobbiamo aspettare il governo iraniano che manda un accorato appello all'italia affinche' i nostri detenuti vengono trattati in modo dignitoso e umano?perche' mettere becco in casa altrui trascurando le immense problematiche che affliggono le carceri italiane?maledetto il consumo e abuso sulla pelle dei tanti disperati diseredati,la nostra costituzione recita che la legge e' uguale per tutti,allora perche' il senatore MARCELLO DELL'UTRI condannato per mafia ha 7 anni di carcere ancora non ha messo piede non dico in un carcere ma almeno in una camera di sicurezza?Finisco questo post con rammarico e con una frase dubbia napoletana(uardammc e corn nostr primm e uarda' e corn e l'at).