giovedì 30 settembre 2010

Il pentimento di biagino

Nel giro di due mesi hanno deciso di cambiare vita e di raccontare ai pm i retroscena di omicidi e traffici di droga che loro stessi per anni hanno organizzato. Da luglio il clan degli scissionisti di Secondigliano è più debole: quattro affiliati si sono pentiti. Si tratta di Biagio Esposito detto “Biagino”, boss emergente, colui il quale ha indirizzato gli inquirenti verso i nascondigli dei superlatitanti; i suoi due cognati Luca Menna e Luigi Secondo, coinvolti nel blitz del 2004 che portò in carcere 65 persone; e Carmine Cerrato, capo di cinque “piazze” di cocaina a Scampia e autore di un triplice omicidio durante la faida. Inoltre la Dda ha ottenuto altri due 41 bis: quello di Elio Amato e Marco Liguori. Sempre un mese fa si è pentito Claudio Sacco, scissionista dei Licciardi già condannato per un omicidio. I cinque hanno svelato 25 delitti.Un vero terremoto che rischia di dare la mazzata definitiva al clan degli scissionisti,che sono ormai allo sbando, da mesi senza una guida che riesca a guidare il clan.C'e' il rischio di una lotta intestina,una lotta che vede le giovani leva ribellarsi hai loro padroni,i cognati Cesare Pagano e Raffaele Amato,i capi della frangia scissionistica del clan di lauro.Ma partiamo dall'inizio,tutto inizia con la ferma decisione opportunistica di Biagio Esposito che da uomo libero si e' presentato in procura con l'intenzione di parlare con i pubblici ministeri antimafia,e svelare tutto quello che sa,tutta l'esperienza accumulata e gli omicidi da lui commessi in tantissimi anni di manovalanza,prima nel clan di lauro e dopo nel clan degli scissionisti di cui e' stato uno dei fondatori della scissione.Si mormora a secondigliano che comunque Biagio Esposito sia sempre stato effettivamente un confidente,e proprio per la paura calcolata e il rischi di finire ammazzato lo abbiano spinto a collaborare con la magistratura.Comunque cosa lo abbia spinto a collaborare non ha importanza saperlo,basta solo pensare che e' stato uno dei reggenti del clan degli scissionisti,e ne sa davvero tante di cose,e le sta svelando minuziosamente alla magistratura,con lui anche i cognati hanno deciso di collaborare,resta comunque un contributo importante quello che biagino puo dare alle forze dell'ordine,molti elementi che sicuramente spalancheranno le porte del carcere a molte persone,e ne chiudera' altre definitivamente.