venerdì 10 settembre 2010

Riaperto il caso nemolato...

Riaperto il caso di Fortuna Nemolato (nella foto), la 16enne di Barra (figlia di un boss della camorra ammazzato nel 1990), strangolata nella casa in cui viveva con il fidanzato il 3 febbraio del 1996. Salvatore Reale, convivente della ragazza, arrestato e condannato a 18 anni per quel delitto, è stato scarcerato perché non fu lui a togliere la vita alla sua compagna. Dopo quasi 15 anni, gli inquirenti ora sono sulle tracce dei veri colpevoli dell’omicidio: un boss della camorra morto di recente per malattia e un parente della vittima. A mettere gli “007” sulle tracce dei veri responsabili potrebbero essere state le dichiarazioni della madre di Fortuna, che in un primo momento accusò Reale ma poi si ricredette.