sabato 29 gennaio 2011

Napoli, rapina in un supermercato Banditi uccisi da vigilante e figlio carabiniere Uno dei rapinatori aveva 16 anni

 Il supermercato affiliato alla Crai aveva aperto i battenti da pochi mesi in via Palumbo, una stradina periferica a poca distanza dalla Villa Comunale e dalla Guardia medica, che conduce dal centro di Qualiano - Comune di 30 mila abitanti dell' entroterra a nord di Napoli - alla Circumvallazione esterna. Una strada velocissima da percorrere. È qui che stasera si è consumata una rapina finita nel peggiore dei modi. Due i morti. Uno è un ragazzo di 16 anni, rimasto a lungo agonizzante a terra. L'altro un 24enne incensurato.

I due banditi sono stati colpiti da una guardia giurata e da un carabiniere, padre e figlio, entrambi fuori servizio, che si trovavano nel supermercato assaltato. I due agenti hanno capito che cosa stava succedendo e hanno intimato l'alt, sembra dalle prime ricostruzioni, qualificandosi. Ma i due rapinatori, forse presi dal panico, invece di arrendersi hano tentato la fuga usando le armi, ma sono stati fulminati.

Alle 18.30 c' era ancora gente per strada quando si sono uditi in modo distinto i colpi di pistola. In tanti sono accorsi sul posto ed hanno visto il 16enne ancora agonizzante a terra, hanno cercato di rianimarlo insieme al personale del 118 sopraggiunto, ma non c' è stato nulla da fare.

Centinaia di persone, sopratutto giovanissimi, fino a tarda sera hanno guardato oltre le transenne gli uomini delle forze dell'ordine che eseguivano i rilievi. Tra loro anche i parenti delle vittime, in preda allo sgomento. Il 24 enne aveva un figlio di un anno. Il 16 enne, a terra, mostra molto di più della sua età.

Lungo la strada sono stati portati a termine in passato altri colpi. A Qualiano dicono che a metterli a segno è sempre «gente che viene da fuori», persone disposte a tutto per racimolare poche centinaia di euro con una pistola in pugno. La sicurezza qui è un tema molto sentito, un' emergenza che viene avvertita sulla pelle di tutti i cittadini dell' hinterland, anche nel vicino Comune di Giugliano, che con i suoi 120 mila abitanti è il capofila.

Per lunedì mattina il prefetto di Napoli Andrea De Martino aveva indetto in trasferta una riunione del Comitato per l' ordine e la sicurezza pubblica. Un vertice già fissato, che anche alla luce di quest' ultimo evento avrà come tema il rafforzamento dei controlli soprattutto nella sere del week-end. In via Palumbo sostano gruppi di giovani in lacrime, che però non vogliono parlare. Sono gli amici dei due rapinatori uccisi. In maniera sbrigativa allontanano i giornalisti: «lasciateci stare, non è il momento di parlare».

«Era un figlio di mamma», dice una donna, con un'espressione tipicamente napoletana, guardando a terra il copro del 16 enne, mentre gli investigatori portano a termine i rilievi. Intanto a poche centinaia di metri decine di ragazzini nonostante il freddo continuano a scorrazzare sui motorini.