lunedì 31 gennaio 2011

Si indaga sul video agghiacciante

Sono immagini agghiaccianti quelle che stanno visionando gli investigatori sulla tragica rapina di ieri finita nel sangue con l'uccisione dei due giovani rapinatori Domenico Volpicelli  16enne e Raffaele Topo 24enne  papa' di un bimbo di un'anno.Si indaga per capire se ci sia stato eccesso di legittima difesa da parte del carabiniere scelto 26 enne Francesco Costantino e di suo padre  Armando Costantino guardia giurata.I due si trovavano all'interno del supermercato crai per fare la spesa,visto anche che la proprietaria e' una loro parente,tutto succede in ua manciata di minuti,immagini agghiaccianti,crude,da brividi,visionando il video viene la pelle d'oca,tanto e' lo stupore nel vedere quel giovane rapinatore di appena 16anni ma di corporatura poderosa cadere su se stesso in un lago di sangue,invocando il nome della sua povera mamma prima di spirare nella piu' totale indifferenza.Nel video si vede i due giovani rapinatori arrivare a piedi,con passamontagna e diretti verso la guardia giurata che si trova all'esterno del supermercato.Non si esclude neanche l'ipotesi del terzo complice,che forse li aspettava fuori in macchina per dividere il magro bottino,infatti gli investigatori sono sulle sue tracce,sicuri che c'era un complice che li attendeva fuori.Nelle immagini del sistema di videosorveglianza l'orologio segna le 18 e 45,si vede Domenico e Raffaele tutti e due a piedi dirigersi verso il vigilante che si trova all'esterno del supermercato crai,si avvicinano lo bloccano, e puntandogli contro la pistola una beretta84-f con matricola abrasa si impossessano della sua pistola di ordinanza una 9x21.A questo punto il 16enne si dirige verso le casse obbligando il cassiere a consegnargli l'incasso pari a 700 euro.Armando e suo figlio Francesco si trovano in due punti diversi del locale,ma entrambi si rendono subito conto cosa sta succedendo,coperti dagli scaffali si dirigono verso le casse e anche se con angolazioni diverse notano il 16enne che sta rapinando il cassiere.Domenico Volpicelli non nota che alle sue spalle ci sono due persone che pian piano si stanno avvicinando forse per disarmarlo,la scena viene invece notata dal suo complice Raffaele Topo che e' rimasto all'ingresso del supermercato a pochi metri dalle casse,punta la sua pistola contro Armando e Francesco e nervosamente chiede con insistenza chi sono e cosa vogliono.Ma quello che di piu' sconvolge il giovane,forse e' il fatto che Francesco il carabiniere si fa strada con un braccio piegato all'indietro,infatti in mano stringeva la sua arma di ordinanza.Comunque Raffaele Topo intima a Francesco di fargli vedere le mani,urla,si dimena nervosamente e gli sta per puntare di nuovo la pistola contro,a quel punto interviene il padre di Francesco, Armando la guardia giurata che gli esplode contro a bruciapelo diversi colpi di arma da fuoco che raggiungono il giovane all'altezza del torace e dell'addome,il 16enne vedendo il suo amico complice stramazzare al suolo in una pozza di sangue tenta una disperata fuga inseguito dal carabiniere,forse gli punta l'arma contro, non si sa ancora con certezza,fatto sta che il carabiniere gli spara contro ferendolo alla gamba e all'addome.Sono attimi di tristezza infinita,di angoscia,il giovane e a terra esamine,il carabiniere gli si avvicina e il ragazzo ancora cosciente chiama insistentemente la sua mamma,non avra' il tempo di vederla di li a poco infatti muore anche lui.Resta il dramma e l'enorme dolore per le famiglie dei due ragazzi ammazzati,brave persone tutte incensurate,anche i rapinatori uccisi erano incensurati,il disagio  la rabbia per un governo deplorevole e invisibile che se ne infischia del dramma e del disagio che moltissimi giovani vivono ogni giorno in questa dannata regione campania.Non giustifico chi commette reato ma non giustifico nemmeno il fatto che chi dovrebbe creare occupazione,lavoro giovanile visto che la campania e la regione con il maggior numero di giovani in italia,non se e infischia di niente,pensiamo al bunga bunga e purtroppo qui' si muore,sete di legalita' di educazione legale e di speranza.Maledetto l'abuso e il consumo,e maledetta questa stupenda citta' che suo malgrado non da speranza,non da lavoro,solo incertezze e una sola concretezza scappare lontano in un'altra citta'.