sabato 26 marzo 2011

Al 41 bis il boss Domenico Pagano

Notte insonne ieri sera per il boss degli scissionisti Domenico Pagano fratello del piu' conosciuto e carismatico Cesare Pagano eminenza grigia del clan degli scissionisti di secondigliano che sfidarono il potere della famiglia di lauro nel 2004 lasciando sul selciato decine di vittime.Ieri infatti il boss Domenico Pagano e' stato condannato a 20anni di carcere e trasferito in contemporanea in uno dei penitenziari piu' duri d'italia al regime di carcere duro il famigerato 41bis che dalla sua entrata in vigore ne ha piegati di boss.
Si prospetta un regima carcerario a pane e acqua per Domenico Pagano,la solitudine e il silenzio piu' cupo saranno gli unici amici che lo accompagneranno per tutta la durata della sua lunga detenzione.Un regime carcerario durissimo specie per i boss della camorra,studiato apposta per spingere anche i piu' duri a collaborare con la giustizia,infatti molti sono i boss che si sono piegati davanti a questo regime di isolamento che non lascia altro se no lo stillicidio dell'essere umano,ma comunque efficacie e unico deterrente effettivo che limita molti boss a comandare anche dal carcere.Come accennavo prima ieri e' stata anche la svolta per chiudere il processo a carico dei 100 inputati affiliati al clan degli scissionisti arrestati due anni fa nel corso dell'operazione C3,che consenti' anche alle forze dell'ordine di stringere le manette hai polsi di Raffaele Amato il capo clan della scissione.Tutti condannati,massima pena per i boss accusati a vario titolo di associazione e traffico internazionale di stupefacenti,20 anni per Cesare Pagano 20 per il fratello Domenico e 20 anni anche per Raffaele Amato,poi pene che oscillano tra i 16 e gli 8 anni di carcere.