giovedì 28 aprile 2011

Ammazzati Giuseppe Ferrara o'capellon e Giuseppe Parisi O' nason

Le batterie di fuoco tornano a sparare a secondigliano dove oggi pomeriggio sono stati massacrati Giuseppe Parisi detto o' nason e Giuseppe Ferrara detto o'capellon entrambi un tempo affiliati dei di lauro.I due sono stati massacrati mentre si trovavano all'interno di un salone di barbiere in via abate desiderio,tutto si e' consumato in una manciata di minuti,i killer almeno due sono piombati all'esterno del salone,uno in moto l'altro e' sceso e con il viso nascosto da un casco integrale ha fatto fuoco
ammazzando Giuseppe Ferrara per prima per finire dopo anche Giuseppe Parisi che inutilmente ha cercato di scappare.Dunque un duplice agguato che rende ancora piu' complicata la situazione dal punto di vista investigativo,quel che e' certo e' che l'agguato di oggi non ha niente a che fare con quello costato la vita a Francesco Feldi detto o' tufan ammazzato anche lui nel rione berlingieri.I due  erano ex affiliati del clan dei di lauro,ovvero piu' precisamente erano  affiliati al clan del defunto boss Ciro Cianciulli detto o' sfregiato che gestiva la zona del perrone e del rione berlingieri sotto il dominio dei di lauro.Poi ammazzato Cianciulli il suo posto venne preso da Lucio De Lucia padre di Ugo De Lucia che prese l'intera gestione del traffico di droga e del rione berlingieri.Giuseppe Parisi un tempo era il braccio destro di Ciro Cianciulli ma non era preso in grande considerazione criminalmente parlando visto che il suo ruolo per anni era stato offuscato dai de lucia.Mentre Giuseppe Ferrara o'capellon era un semplice venditore di droga spacciandola a qualsiasi ora del giorno e della notte dal suo domicilio.Entrambi non avevano ruoli predominanti in seno al clan di lauro,e nemmeno tutt'ora che entrambi erano passati con gli scissionisti.Dopo la faida di scampia e la vittoria degli scissionisti sui di lauro il rione berlingieri per il benestare degli scissionisti fu regalato a Gennaro Sacco ammazzato insieme al figlio due anni fa,e proprio Gennaro sacco aveva preso in gestione gli affari del rione berlingieri mettendo alcuni suoi affiliati come referenti.E proprio con il cartello dei Sacco-Bocchetti si erano schierati i due, per passare in secondo momento con gli scissionisti che fanno capo a Salvatore Petriccione della zona della venella grassi.Dunque un vero giallo per gli inquirenti che indagano per capire il movente e i mandanti e gli esecutori materiali di questo ennesimo agguato che mette in risalto ancora una volta come lo stato ha fallito a secondigliano.Ma logica vuole che l'omicidio dei due forse in qualche modo e' la risposta dei di lauro per l'agguato della settimana scorsa in cui fu trucidato Antonello Faiello mentre Luigi De Lucia fu solo ferito,un'ipotesi credibile visto che in questo modo i di lauro si sbarazzarono di Eugeni Nardi uomo di punta dei Sacco-Bocchetti trucidato per aver attentato alla vita di Daniele Tarantino affiliato di punta dei di lauro.Fu un'omicidio che creo' molto mal contento nel clan degli scissionisti che non riuscirono a decifrare ne il movente ne chi massacro' Eugenio Nardi,bisogna solo aspettare per capire se gli investigatori imboccano la pista giusta per arrivare hai killer e mandanti di questo barbaro massacro.E speriamo che non sia in corso una nuova faida in sordina tra i di lauro e gli scissionisti che a distanza di anni dalla faida miete ancora moltissime vittime...