mercoledì 6 aprile 2011

Il killer dagli occhi di ghiaccio

Era cresciuto con i figli del boss Paolo Di Lauro,per loro avrebbe massacrato un battaglione di uomini se solo gli fosse stato ordinato,era uno dei killer piu' spietati e fidati della famiglia di lauro.Eppure per gli investigatori era un perfetto sconosciuto se non fosse stato per qualche fermo insieme a vari pregiudicati della cosca di lauro.Eppure Mario Buono era uno di quei killer che una volta partito portava a compimento
qualsiasi azione,dava l'impressione di non temere niente e nessuno.Ma era anche uno dei pochi killer della famiglia di lauro a tenere un profilo criminale basso,cercava di mettersi in evidenzia il meno possibile,ammazzare e confondersi tra la gente comune questo era la priorita' di Mario Buono tenersi lontano il piu' possibile dai riflettori delle forze dell'ordine.E anche quando portava a termine gli agguati mortali che gli erano stati commisionati lasciava interdetti e smarriti sia i nemici che le forze dell'ordine che difficilmente sarebbero risaliti a lui visto il suo basso profilo criminale.Il suo battesimo di sangue avvenne sui campi di battaglia di secondigliano durante la faida di scampia tra i di lauro e gli scissionisti.Aveva avuto l'incarico tanto ambito di ammazzare Salvatore Di Luise nipote di Rosario Pariante(chiappariello)affiliato agli scissionisti,gli avevano detto che la sua preda l'avrebbe trovata nel negozio di telefonia che aveva da poco inaugurato nei pressi di capodimonte.Non servivano altre spiegazioni per Mario Buono che in compagnia di Carlo Capasso oggi collaboratore di giustizia si prepararono a portare a compimento il loro primo omicidio.Arrivarono nei pressi del negozio di telefonia e mentre Capasso aspettava all'uscita del negozio Mario Buono entro' armato di una pistola calibro 9x21 e batter ciglio massacro l'uomo che in quel momento si trovava dietro il bancone.Peccato che i di lauro non gli avevano dato nessun indizio plausibile nel riconoscere la vittima designata,infatti l'uomo massacrato con cinque colpi esplosi a distanza ravvicinata era il povero commesso assunto da poco Attilio Romano' un bravissimo ragazzo che nulla aveva a che vedere con la camorra e la faida in corso.Cosimo Di Lauro era furioso per l'errore commesso e monto' su tutte le furie percependo l'ondata di arresti che quell'agguato avrebbe significato per la sua famiglia,gli investigatori avrebbero messo ferro e fuoco scampia per trovare il killer.Per intercessione di Marco Di Lauro fratello di Cosimo Mario Buono venne perdonato ma sospeso momentaneamente a partecipare ad altre azioni di fuoco coordinate dalla cosca.L'errore commesso da Mario Buono gli valse le critiche di tutto il direttorio del clan di lauro ma non scalfi' assolutamente il suo carisma criminale che riaffiora di nuovo nel 2007 durante la seconda faida di scampia.Il tradimento questa volta per i di lauro arriva da Salvatore Petriccione detto o'marinar ras della zona della venella grassi spacciatore all'ingrosso di sostanze stupefacenti.Si circonda dai tanti ragazzi in cerca di gloria e comincia una sanguinosa faida che in pochi mesi lascera' sul selciato delle vie di secondigliano una dozzina di morti eccellenti.Tutti i ragazzi che seguiranno Salvatore Petriccione avranno un destino molto infausto,Luigi Magneti Luigi Giannino Luca Raiano sono solo l'esempio dei ragazzi che seguiranno la scelta di o'marinar e per lui commettono moltissimi omicidi.Gli scissionisti come prova della buona fede di Salvatore Petriccione gli dicono di ammazzare tutti i principali capi piazza dei di lauro e solo dopo possono ritenersi a tutti gli effetti loro affiliati e contare sulla loro protezione.I primi a cadere sotto i colpi di Luigi Magneti e Luigi Giannino sono Giuseppe Pica e Francesco Cardillo ras dei di lauro piu' importanti in quel momento,poi cade Lucio De Lucia e un'altro affiliato alla cosca dei di lauro.Il 2007 e' l'anno che i di lauro rischiano realmente di essere cacciati anche dal terzo mondo unica zona rimasta sotto il loro potere dopo la faida.I Di Lauro sono in forte difficolta' e si rendono conto che la situazione gli sta sfuggendo dalle mani,l'illuminazione viene a Marco Di Lauro durante un summit con i suoi affiliati pronti e decisi a frenare l'ambiziosa ascesa di o'marenar.Per Marco Di Lauro non rimane altra alternativa se non quella di usare il suo amico d'infanzia e fedele killer per frenare l'ambizioso progetto dei nuovi girati come vengono definiti.Cosi' si organizza un summit con i maggiori esponenti della cosca e si decide la strategia per colpire gli uomini di Salvatore Petriccione,lo sceltro del commando di fuoco passa nelle mani di Mario Buono che si attiva subito per massacrare tutti coloro che stanno mettendo a repentaglio il potere dei di lauro.In quel periodo nero quasi tutti gli affiliati dei di lauro hanno paura di finire ammazzati e molti decidono di voltare le spalle alla famiglia di lauro e passano nelle file della famiglia petriccione,nel frattempo Mario Buono e l'altro killer dei di lauro Antonello Faiello si stanno organizzando per contrattaccare.Chi sta ammazzando maggiormente gli esponenti di rilievo della famiglia di lauro sono Luigi Magnetti e Luigi Giannino,bisogna ammazzarli immediatamente e cosi' si organizzano in tre Mario Buono Antonello Faiello e Carlo Capasso che individuano tramite una loro staffetta i due killer in una traversa di via largo macello.Partono immediatamente amati di pistole e mitragliette e crivellano di colpi Luigi Giannino mentre Luigi Magnetti riesce a svignarsela come un gatto tra i vicoli e le auto parcheggiate.Sempre Mario Buono abbatte Patrizio De Vitale mentre sta trattando con Salvatore Petriccione il cambio di casacca,poi tocca al nipote Antonio Siviero e poi l'errore che gli costera' caro l'agguato che compie nei pressi di magic world il parco acquatico di licola.La sicurezza tradira' Mario Buono che va a massacrare Nunzio Cangiano anche lui passato con i nuovi scissionisti fino a licola senza curarsi della presenza del figlio 13enne di Cangiano che lo riconosce e lo denuncia hai carabinieri.E' l'inizio della fine per Mario Buono che si vede stroncare la carriera una mattina di agosto dal reparto speciale dei carabinieri che accolte tutte le prove necessarie arresta il braccio segreto il killer sconosciuto che ha massacrato tanti nemici avversi alla cosca dei di lauro.