lunedì 18 aprile 2011

L'assurda vicenda di Biagio Esposito ex ras degli scissionisti

Una storia incredibile,paradossale che non ha eguali nel mondo,ma che ancora una volta lascia perplessi di fronte ha una legge che molte volte suo malgrado non va applicata correttamente.La storia in particolare e' quella di Biagio Esposito ex boss degli scissionisti e oggi un collaboratore di giustizia ha tutti gli effetti.Una storia che apre tante parentesi e lascia molti vuoti e
molti punti interrogativi di fronte ad un assassino che ha confessato di essere l'autore materiale di ben 8 omicidi e mandante di altri 12.L'incredibile e' il fatto che anche se per la procura e' un collaboratore di giustizia prezioso che sta arricchendo con le sue dichiarazioni nel dare impulso ad indagini sepolte  su agguati vendette faide e lupare bianche.Eppure quello che lascia senza fiato e' il fatto che Biagio Esposito per le sue  responsabilita' di tanti omicidi e capo  fondatore del clan degli scissionisti, a suo carico non e' stato emesso nessun provvedimento ne restrittivo ne cautelare.Un ignobile gesto che la procura consente a Biagio Esposito che anche se un collaboratore prezioso resta sempre un boss e un killer spietato ed e' giusto che paghi per i suoi crimini senza applicare la legge del buon mercato che consiste nel fatto che piu'' fai condannare piu' sconti ricevi.Un baratto ingiusto e ingiustificabile che lascia ancora una volta aperta la porta del crimine,tanto oggi anche se killer anche se camorrista anche se affiliato basta che collabori e non ti fai un solo giorno di galera.Che dire un'ottima opzione per tutti quelli che vogliono intraprendere la strada del crimine tanto poi ci pensa lo stato con le sue inumane leggi a darti una seconda chance.