giovedì 28 aprile 2011

Napoli, tornano gli agguati di camorra Due uomini uccisi a Secondigliano Killer dal barbiere: come nei film

Si è trattato di un agguato in perfetto stile mafia italoamericana quello in cui stasera a Napoli hanno perso la vita due persone. Come nei film il sicario, con in testa un passamontagna, è entrato in azione nel salone di barbiere di via Abate Desiderio, a Secondigliano, dove si trovavano Giuseppe Ferrara, di 55 anni e Giuseppe Parisi, di 48 anni, entrambi affiliati al clan dei «Scissionisti».

Il primo a cadere è stato Ferrara raggiunto da colpi d'arma da fuoco al collo e alla testa. Poi è toccato a Parisi, che ha cercato inutilmente di sfuggire alla morte.

I due uccisi hanno militato nel clan Di Lauro prima di passare, qualche tempo fa, nelle fila degli Scissionisti, clan acerrimo nemico dei Di Lauro e nato dalle sue costole.

Secondo quanto si è appreso, il sicario sarebbe giunto sul posto accompagnato da un complice ma la circostanza non è stata ancora accertata.

Tanta la paura tra la gente del rione Berlingieri: l'agguato, infatti, è avvenuto intorno alle 18, in un negozio che si affaccia su una strada, via Abate Desiderio, particolarmente trafficata e frequentata a quell'ora.

Un duplice assassinio, quindi, che avrebbe potuto causare anche vittime «collaterali» considerata l'ora e visto che nelle vicinanze del negozio ci sono anche un tabaccaio, un bar e una fermata dell'autobus.