mercoledì 21 marzo 2012

Così ammazzammo Cosimo Cerino e Ciro Ottaviano

Ci sono voluti diciassette anni per far luce sull'agguato avvenuto nel luglio del 1994 in cui furono massacrati Cosimo Cerino e il suo guardaspalle Ciro Ottaviano.Un duplice omicidio che a l'epoca fece molto scalpore per lo spessore criminale di Cosimo Cerino,boss dei licciardi entrato in contrasto con Pierino Licciardi,subentrato dopo la morte del fratello Gennaro Licciardi a scigna,alla guida del clan.Fu un agguato che gli investigatori inquadrarono fin da subito nella faida interna scoppiata dopo la morte di Gennaro Licciardi per il controllo delle attività criminali.Sono passati diciassette anni per incastrare gli esecutori e i mandanti di quel barbaro massacro,che molti imputavano a Vincenzo Esposito detto o principino,nipote prediletto di a scigna.C'e voluto il pentimento e le successive accuse Claudio Sacco per incastrare Pierino Licciardi e Gaetano Bocchetti detto nana' alle proprie responsabilità di mandanti,mentre lo stesso Claudio Sacco si autoaccusa di essere stato uno degli organizzatori e autori di quel duplice omicidio.Furono chiamati i miglior killer per ammazzare Cosimo Cerino,in cinque lo massacrarono senza pietà,Eugenio Nardi Gennaro Sacco Claudio Sacco e Salva Giovanni furono gli esecutori materiali mentre un'altra persona fece da esca.Ricordo che Cosimo Cerino era uno dei primissimi ras dei licciardi,aveva importanti agganci sia a Napoli che all'estero,erano frequenti i suoi viaggi in città del Messico dove aveva stipulato importanti contratti con i più potenti nercotrafficanti per importare fiumi di droga che poi venivano smerciati in tutta Napoli sotto lo stretto controllo dei licciardi che facevano il buono e il cattivo tempo nel decidere prezzi e le commesse.Cosimo Cerino si era stabilito stabilmente di nuovo stabilmente a secondigliano dopo l'arresto di Giovanni Cesarano,gestendo lui gli affari e al mantenimento dello stesso Cesarano e dei suoi affiliati.Fu in questo periodo che Cosimo Cerino conosce Ciro Ottaviano,rimane strabiliato nel constatare l'abita che cicciotto aveva nel guidare scooter e moto di grossa cilindrata.Era una persona carismatica cerino e Subito trovo il modo di avvicinare Ciro Ottaviano e farlo diventare in poco tempo il suo uomo e autista di fiducia.Sempre in quel periodo Cosimo Cerino era entrato in contrasto con Pierino Licciardi,che con quel suo carattere autoritario si stava facendo odiare un Po da tutto gli affiliati.Cerino stava formando un proprio gruppo,aveva capito che Pierino licciardi lo voleva ammazzare,infatti i due si erano in più occasioni lasciati in malo modo,e cerino non perdeva occasione di criticare apertamente Pierino licciardi nella gestione del clan e nella spartizione dei profitti,che
Ad alcuni affiati venivano aumentati mentre a lui e pochi altri erano stati diminuiti drasticamente.Cerino non si faceva vedere più per secondigliano,aveva
Capito che lo volevano far fuori,aveva manifestato la volontà di metterai in proprio mandando un suo emissario a comunicare questa sua decisione ai licciardi.I Licciardi buttarono l'esca e Cosimo Cerino abbocco',lo invitarono ad una riunione proprio nella loro roccaforte,il rione masseria cardone.Stranamente cerino accetto' l'invito che doveva servire ha chiudere in amicizia la loro collaborazione.Lo ammazzarono insieme a Ciro Ottaviano mentre si recava
a chiarire la sua posizione in quella fantomatica riunione....