mercoledì 21 marzo 2012

La magistratura caccia da Napoli Antonio Mennetta detto ennino...

Amara sorpresa per Antonio Mennetta detto ennino,nipote di Salvatore Petriccione e' attuale reggente del clan della venella grassi.Su richiesta della direzione investigativa antimafia,la procura di Napoli ha dato parere favorevole al divieto di dimora in tutti i comuni della Campania per Antonio Mennetta ritenuto soggetto pericoloso.Una sorte di esilio forzato per ennino,che oltre alla venella grassi e all'alleanza con i marino-notturno-pariante stava partendo all'assalto di melito di Napoli,comune sotto lo stretto controllo degli Amato-Pagano.Infatti fonti investigative confermano la ferma volontà di questo nuovo sodalizio criminale di scansare e prendersi le zone controllate dagli Amato-pagano.Ennino insieme a Rosario Guarino detto joe banana e Fabio Magnetti si erano accaparrati anche le zone del rione berlingieri e di San Pietro a patierno.Comunque visto il grande lavoro delle forze dell'ordine Sara difficile rimanere compatti per il gruppo della venella grassi,dopo le ultime mazzate investigative,infatti il clan e' stato frantumato dopo gli arresti dei capi,e la latitanza dei reggenti Rosario Guarino e Fabio Magnetti,più l'esilio forzato per Antonio Mennetta che sicuramente non lo rispetterà fino in fondo.Visto anche gli interessi il volume di affari che stava costruendo....