giovedì 19 aprile 2012

Così ammazzammo Ciro Maisto (o mellon)

Per non farlo insospettire mandarono il suo migliore amico a citofonarlo fino a casa,con la scusa di provare la moto da poco comprata doveva portarlo direttamente dietro i giardinetti del terzo mondo,dove mimetizzato tra i cespugli ben nascosto c'era il suo killer pronto a sfondargli il cranio a tradimenti,di spalle.E già a tradimento,perché Ciro Maisto o mellon era diffidente come lo sono pochissime persone,non si fidava di nessuno e per giunta era sempre armato,difficile affrontarlo frontalmente senza il concreto rischio di beccarsi una pallottola.Ma era deciso,o almeno così avevano deciso il nuovo gruppo dirigente del clan di Lauro,che dopo la scissione portata avanti anche da parte degli ex amici della venella grassi ormai non si fidavano più di nessuno.Ciro Maisto era una di quelle persone che per il clan di Lauro non era più affidabile,e tramite Nunzio Talotti il reggente del clan Marco Di Lauro aveva dato il suo benestare nel massacrare o mellon.Quando nel 2008 Ciro Maisto venne ammazzato inquirenti e media avevano collocato quel barbaro omicidio nella guerra in atto tra i di Lauro e gli scissionisti,senza minimamente immaginare che tutto era stato organizzato dallo stesso clan di Lauro che riuscirono anche a depistare le indagini all'inizio.Oggi invece la verità e venuta a galla grazie alle dichiarazioni rese dal nuovo pentito del clan di Lauro Vincenzo lombardi che insieme a Carlo Capasso altro killer pentito dei di Lauro stanno confessando decine e decine di omicidi.La morte di Ciro Maisto avvenne senza neanche avvertire tutti gli altri affiliati dei di Lauro,infatti molti credevano che ad ammazzare o mellon erano stati gli scissionisti,senza immaginare che invece il movente e i killer erano proprio i loro stessi amici.A decidere l'eliminazione di Ciro Maisto furono Nunzio Talotti e un Certo papele,che in un primo momento avevano convocato Vincenzo lombardi per commettere l'omicidio,fu proprio Nunzio Talotti che in modo molto esplicito gli domando' se,se la sentiva a fare un pezzo per lui,accompagnando tale paroli con ampi gesti delle mani facendo poi il segno della pistola.Quando Vincenzo lombardi diede la sua disponibilità gli fu detto che lo avrebbero informato loro quando e dove procedere,cosa che non avvenne in quando poi successivamente o mellon venne ammazzato da Antonello Faiello ucciso a sua volta diversi mesi fa.Ritornando alle fasi dell'omicidio Ciro Maisto fu mandato a prendere con l'inganno dal duo migliore amico,girarono un Po per il rione dei fiori poi la moto si diresse nei pressi della villa comunale del rione dei fiori,Antonello Faiello era nascosto tra i cespugli impugnando una pistola
9x21 aspettando il momento propizio di prenderlo di spalle.Come convenuto con il complice la moto si fermo nei pressi di un bar,o mellon sedeva dietro,l'amico con la scusa di andare a fare la pipi' ferma la moto e si allontana rimanendo o mellon a guardi della moto.Frazioni di secondi,Antonello Faiello esce pian piano e si avvicina alle spalle di Ciro Maisto,gli punta la pistola dietro il cranio e fa fuoco diverse volte,scappa via mentre o mellon a terra in un lago di sangue ha il corpo convulso in tanti spasmi.Una morte violenta assurda e da vile,ci son voluti diversi anni,ma la verità e venuta fuori...