venerdì 22 giugno 2012

Mattanza a Barra, due morti

Torna la furia assassina della camorra che spara tra la folla. I killer, travestiti da operai dell’Asìa, sono entrati in azione ieri mattina, poco dopo le 11,30, al corso Sirena, a Barra, massacrando il boss Franco Gaiola “’o fachiro”, 58enne, e l’emergente 28enne Ciro Abrunzo, parente del ras scissionista di Secondigliano Arcangelo Abete. E le prime
indagini della polizia portano proprio ad una vendetta degli Amato-Pagano “in trasferta” nell’ambito dello scontro con gli Abete-Notturno-Marino per il controllo dei traffici illeciti.
Franco Gaiola, secondo gli inquirenti, si sarebbe solo trovato al posto sbagliato al momento sbagliato. I killer, infatti, hanno esploso ben 10 colpi per Abrunzo e solo 2 per Gaiola. Lite tra due donne, familiari dei morti, dopo la rimozione dei cadaveri. «Avete portato Secondigliano qua» ha detto una parente di Gaiola.