mercoledì 29 agosto 2012

Ammazzato capopiazza della venella grassi

La camorra torna ad uccidere a Scampia. La vittima è Gennaro Ricci, 36 anni, capopiazza affiliato alla Vanella Grassi freddato dai sicari sotto casa. L’omicidio è avvenuto in viale della Resistenza, nelle Vele Celesti. L’uomo ha provato a fuggire ma è stato inseguito dai killer che gli hanno esploso contro una serie di colpi sparati da due pistole diverse. Nell’agguato sono rimasti feriti anche Salvatore Piedimonte, 21enne di Giugliano, e Vincenzo La Sorte, 25enne di via Stadera a Poggioreale. I due giovani si trovavano con Ricci quando i sicari sono entrati in azione. Ora sono ricoverati al Cardarelli ed al San Giovanni Bosco, ma non sono in pericolo di vita. Secondo gli investigatori si tratterebbe di un’offensiva del clan Abete-Abbinante-Notturno: è la nuova faida.Ma rimangono ancora molti dubbi su questo ennesimo schiaffo allo stato democratico,infatti c'e' chi da una parte vuole per forza collegare questo agguato con quello avvenuto giovedi' scorso a Terracina dove fu massacrato il ras Gaetano Marino o mkay.Di sicuro si sa che Gennaro Ricci era uno dei capopiazza che per conto della venella grassi gestiva lo spaccio e i turni degli spacciatori nella vela celeste.Non si capisce ancora se dar retta a quello che il latitante amico intimo di Gaetano Marino,riferi' agli investigatori il giorno dopo l'agguato avvenuto a Terracina,Gianluca Giuliano detto o' piccione era diventato uccel di bosco dopo aver piu' volte infranto le regole a cui e' sottoposto un sorvegliato speciale,ma dopo l'agguato avvenuto a Terracina per paura di finire anche lui sulla lista nera si presento' al commissariato di secondigliano facendosi arrestare e in seguito intrapreso una lunga collaborazione con le forze dell'ordine.Non si capisce ancora se Gianluca Giuliano e' un collaboratore o no,certamente resta il fatto che di sua spontanea volonta' sta raccontando i segreti di questa nuova faida in atto e sta facendo luce anche sull'agguato in cui fu massacrato Gaetano Marino vittima secondo il racconto dello stesso Giuliano di una purga interna,ammazzato dagli esponenti della venella grassi per impossessarsi della piazza di spaccio delle case celesti.Al momento sono solo ipotesi,del resto c'e' lo spiega 'ultimo agguato avvenuto nella zona delle famiglie Abete-Abbinante-Notturno che stanno contrattaccando i Di Lauro e il clan della venella grassi per non perdere la leadership dello spaccio di droga in tutta scampia.