giovedì 20 settembre 2012

Vedetta trasversale massacrato Roberto Ursillo

Non si placa la furia omicida dei girati che senza nessuna pieta' hanno massacrato Roberto Ursillo 20 anni incensurato e sembra dalle prime indagini non affiliato a nessun clan.Il giovane era alla guida della sua fiat palio nei pressi di chiaiano in via dei ciliegi quando i killer almeno due sono arrivati di sorpresa in sella ad una potente moto.Si sono affiancati direttamente al lato guido sparando piu' colpi dritti al volto e al collo del povero giovane che forse morto sul colpo e' finito con la sua auto giu' da un cavalcavia.Infatti sono stati molti gli automobilisti che hanno avvertito i pompieri e il 188 pensando che si trattava di un incidente.Quando invece sono arrivati i carabinieri si sono subito resi conto che in realta' si era trattato di un vero e proprio agguato di stampo camorristico vista l'efferatezza dei killer che hanno mirato dritto alla faccia.Roberto era considerato da tutti come un bravo ragazzo,anche se molte volte era stato fermato in compagnia di noti pregiudicati di scampia,era il cognato di Antonio Bastone capopiazza degli scissionisti e il suo papa' come i fratelli erano stati arrestati nel 2009 con ingenti quantitativi di droga.Ma cio' non basta a ha condannare un ragazzo appena ventenne      che anche era completamente sconosciuto agli archivi delle forze dell'ordine,anche se la sua famiglia vacillava tra l'onesto e il disonesto prima con i di lauro e poi con gli scissionisti.Mentre nelle ultime ore si fa sempre piu' strada l'ipotesi che i killer hanno voluto punire il fratello Salvatore Ursillo scarcerato da poco e organico dei clan degli Abete-Abbinante in lotta da mesi con il gruppo della venella grassi appoggiati dai di lauro e dai leonardo.Resta sempre come solito in questi casi l'amarezza per un'altra vita strappata da questi barbari che non si fanno problemi nel massacrare un giovane appena di venti anni per punire il fratello o almeno questo e quello che circola negli ambienti investigativi..