mercoledì 10 ottobre 2012

Massacrato Salvatore Barbato 27 anni

Al momento non si sa ancora se l'agguato di oggi costato la vita a Salvatore Barbato 27enne affiliato ai Di Lauro sia da mettere in relazione con l'agguato di ieri avvenuto a chiaiano in cui e' rimasto ucciso Mario Perrotta anche lui 27enne massacrato con
cinque colpi di pistola.Anzi si sa solo che Mario Perrotta aveva amicizie negli ambienti malavitosi ed era un volto conosciuto alle forze dell'ordine anche se al momento escludono che tale agguato possa essere inserito nella faida che si sta combattendo da mesi all'ombra delle vele di scampia.Tutta un' altra storia invece il secondo agguato avvenuto nel cuore di secondigliano in via largo macello a pochi passi dalla caserma dei carabinieri dove e' stato massacrato Salvatore Barbato e ridotto in fin di vita Luigi Russo il suo accompagnatore che sta lottando tra la vita e la morte nella sala di rianimazione dell'ospedale cardarelli.Salvatore Barbato era residente nel rione dei fiori detto anche terzo mondo il feudo della famiglia Di Lauro,era affiliato a tale clan ma sembra che avesse ottimi rapporti anche con il clan della venella grassi che sembra aver fatto tutt'uno con Marco Di Lauro con l'unico intendo di prendersi tutte le piazze di spaccio di scampia.E forse l'agguato di oggi va da inserire in questo contesto,la guerra in atto tra i Di Lauro i girati della venella che insieme ai Leonardo stanno tentando in tutti i modi di prendersi l'intera fetta del mercato di droga di scampia gestito dalle famiglie Abele-Abbinante-Notturno che stanno rispondendo colpo su colpo per frenare la scalata dei dilauriani.Al momento e' presto per dire se l'agguato di oggi sia stato avallato dai nemici dei di lauro oppure se si sia trattato di un'epurazione interna.Fatto sta che per tutta secondigliano il cielo e' stato illuminato a giorno dai fuochi pirotecnici che non si sa ancora se sia un messaggio pre rispondere a questo omicidio o per festeggiarlo.Appena gli investigatori rilasceranno dichiarazioni scrivero' in merito...