domenica 11 novembre 2012

Tante ipotesi per spiegare un delitto....

Sono tante le ipotesi che gli inquirenti stanno prendendo in considerazione sul feroce agguato dell'altro ieri costato la vita a Ciro Esposito(o"baccalaiuol).Ipotesi che aprono tanti scenari e complicano ancora di piu' l'attività investigativa che si sta rivelando un vero rompicapo per gli investigatori.Primo fra tutti il curriculum criminale della vittima che potremmo definire quasi nullo,secondo,le modalità dell'agguato efferato da non lasciare via di scampo alla vittima.Perché ammazzarlo così in modo sprezzante infierendo con cattiveria su un personaggio quasi sconosciuto alle cronache e ai media?infatti il lo a colpito prima alla schiena e poi con lucida freddezza criminale gli ha conficcato tre pallottole nel cranio chiudendo in modo plateale
l'esecuzione.Va ricordato che Ciro Esposito era dedito quasi esclusivamente alle estorsioni per cavallo di ritorno di autovetture rubate,con tale attività era ovvio che aveva svariate amicizie sia con i girati che con gli scissionisti.Non temeva di essere ucciso e infatti frequentava quotidianamente il bar mery ed era solito vederlo girare libero e indisturbato per il rione berlingieri.Allora chi ha deciso di ammazzarlo,da quale gruppo in guerra e partito l'ordine di eliminarlo?perché?di solito i killer quando ammazzano un personaggio di minor spessore criminale gli conficca qualche pallottola nel cranio e via,ma non e' stato così per Ciro Esposito che ripeto e' stato ammazzato con una crudeltà aberrante.L'agguato scatta poco prima delle 19.00,Ciro Esposito fa appena in tempo a parcheggiare l'auto fuori al bar mery ritrovo quotidiano,i killer arrivano a bordo di un auto,almeno due secondo le prime ricostruzioni.Il passeggero scende di corsa dall'auto e si dirige pistola in pugno verso Ciro Esposito che resosi conto di cosa sta per accadere si gira in direzione del bar mery tentando una disperata fuga.Verosimilmente il killer esplode i primi due spari all'esterno del bar ferendolo alla schiena,la paura e la forza della disperazione danno a Ciro Esposito la forza necessaria di non cadere a terra,ma anzi di scappare all'interno del bar mery inseguito dal killer che gli esplode contro a ripetizione altri spari che lo raggiungono alla schiena.Poi il classico colpo di grazia arrivato con tre spari alla testa.La fuga dei killer e il corpo martoriato di Ciro Esposito steso a pancia in giu' in un lago di sangue.Cosa alquanto strana sono stati i fuochi di artificio sparati nella zona del perrone prima dell'arrivo delle forze dell'ordine sulla scena del crimine.Botti colorate di un rosso intenso e un verde pastello come a significare qualcosa,ma cosa?Al momento rimangono tanti interrogativi e nessuna certezza,che siano stati i killer del cartello criminale Abete-Notturno-Abbinante in lotta da mesi contro i girati della venella grassi?Ipotesi credibile ma che non trova conferma ne sul pratico che sul teorico.Visto e considerato la presenza sul territorio di scampia e di secondigliano di centinaia di divise addestrati e pronti ad intervenire in questi casi.E il caso diventa molto piu' critico se si pensa ai killer beccati dalle forze dell'ordine mentre consumano la loro missione di morte.Sicuramente un conflitto a fuoco che vedrebbe senza dubbio vincitori le forze dell'ordine addestrati e ottimi tiratori.Poi perché accanirsi così contro in piccolo pregiudicato e rischiare tanto?Mentre diventa molto piu probabile l'ipotesi che ad ammazzarlo forse sono stati i suoi stessi amici legati alla venella grassi,visto che nel rione berlingieri posseggono molti rifugi e appartamenti adeguati per nascondersi dopo gli agguati.Forse ad ammazzare Ciro o baccalaiuolo sarebbe stata proprio la sua assidua frequentazione a gruppi legati sia ai girati che alla vecchia guardia degli scissionisti in guerra.Forse l'agguato va collegato alle frequentazioni della vittima e forse proprio alla sua ambiguità con i due schieramenti in guerra.Forse un favore chiesto dal primo gruppo o dal secondo gli e' costata cara.Infatti altri omicidi e altri agguato sono stati svelati dai collaboratori di giustizia che hanno confermato in pieno come sia pericoloso molte volte frequentare questi personaggi quando c'e una faida in atto.Come
Sempre sono solo ipotesi,ma ogni semplice ipotesi racchiude una qualsiasi verità da bill gâtés.....

4 commenti:

  1. caro Bill apprendo ora da"il mattino on line"che oggi hanno sparato uno spacciatore 47enne a Secondigliano,ha chiesto aiuto alla polizia,ora sarebbe grave in ospedale. Devi tenere le orecchie a terra se vuoi anticipare gli altri media!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esposito ucciso nel berlingueri ? Epurazione !

      Elimina
  2. Caro lettore io non faccio parte dei media e questo blog non lo creato per lavoro.Non ci guadagno nulla e onestamente non vedo per quale motivo dovrei sapere le cose prima dei media.Io apprendo quello che apprendete voi dai media poi creo i miei post.Ma il vero scopo di questo blog e' quello di denunciare la camorra farla conoscerla meglio alla persone dando la possibilità di commentare i miei post tutto qua'.Comunque grazie che mi segui su questo blog.

    RispondiElimina
  3. SONO D'ACCORDO CON BILL GATES, BISOGNA SOLO RACCONTARE GLI ACCADIMENTI, PURTROPPO NON E' POSSIBILE ANTICIPARE NOTIZIE, NE TANTO MENO E' POSSIBILE PREVEDERE. A NOI ESSERI "NORMALI" RESTA SOLO GUARDARE E SPERARE CHE TUTTO QUESTO ORRORE FINISCA PRIMA POSSIBILE. SONO VICINO ALLE TANTE FAMIGLIE PER BENE CHE VIVONO IN QUEL CONTESTO, NON PER SCELTA. IO HO ABITATO PER CIRCA 20 ANNI NEL RIONE BERLINGIERI, E STO PARLANDO DI CIRCA 20 ANNI FA. GIA' ALLORA LE COSE ERANO INCONCEPIBILI, MA CON MOLTO MENO CLAMORE, LA CAMORRA OPERAVA E "RISPETTAVA" IL PIU' POSSIBILE I CITTADINI, LO STATO PENSO' BENE DI FARE PIAZZA PULITA, MA LO STATO DIMENTICO' DI DARE UN DIVERSIVO A TANTI GIOVANI. ADESSO PIANGIAMO VECCHI RICORDI, FORSE QUALCHE VECCHIA CONOSCENZA AVUTA ALLORA PER "AMICO" ED OGGI CADAVERE. QUESTO MI RATTRISTA. IO SONO FIERO DI ESSERE NAPOLETANO, FORSE ANCHE FIERO DI ESSERE CRESCIUTO A SECONDIGLIANO, SI PROPRIO NEL RIONE BERLINGIERI, SONO CONTENTO CHE TANTI MIEI COMPAGNI SI SOLO ALLONTANATI E CRESCIUTI. CHISSA' FORSE UN GIORNO MI SENTIRO' DI PASSEGGIARE CON I MIEI FIGLI, PER LE STRADE DI SECONDIGLIANO, RACCONTANDO LORO LA MIA INFANZIA. IO HO QUASI 40 ANNI OGGI MI TROVO AD ESSERE DALL'ALTRA PARTE DELLA BARRICATA. PER FORTUNA NON NELLA MIA CITTA'. NAPOLI E' FERITA GRAVEMENTE DA TUTTE LE INGIUSTIZIE CHE TANTI NAPOLETANI CATTIVI LE HANNO FATTO, MA RICORDATE CEH NAPOLI NON MUORE UN GIORNO RISORGERA' E I NAPOLETANI BUONI RIAVRANNO QUELLO CHE DA TROPPI ANNI GLI E' STATO TOLTO. VOSTRO V.

    RispondiElimina

SVOGATEVI CON QUESTI CAZZO DI CAMORRISTI,VOGLIO SENTIRLE E VEDERLE DI TUTTI I COLORI