giovedì 6 dicembre 2012

Ennesimo agguato a scampia...

Camorra sempre più spavalda e sanguinaria. La faida di Scampia per la droga fa l’ennesima vittima e questa volta i killer dei “girati” non hanno esitato a sparare nell’ingresso di una scuola materna, la “Eugenio Montale” di via Fratelli Cervi, nel cuore di Scampia, dove i piccoli alunni erano intenti a provare i canti natalizi. A cadere sotto il piombo assassino è stato il pregiudicato 50enne Luigi Lucenti, considerato molto vicino alla famiglia degli Abbinante. L’uomo, che nell’81 fu coinvolto in una rapina dove fu ammazzato un ex poliziotto, è stato ferito in strada e poi ha cercato riparo nell’asilo, dove gli assassini lo hanno giustiziato con almeno 8 pallottole, quasi tutte alla testa. Scene di disperazione dei parenti mentre una donna incitava gli uomini della famiglia a «muoversi per cercare chi era stato».Questa volta davvero si e' andati oltre,una scuola elementare con decine di bimbi intenti ha recitare la canzonetta di natale.E' arrivato il momento che lo stato ora piu' che mai davvero mostra i muscoli,andare casa per casa arrestare questo manipolo di killer che non si ferma davanti a nulla.Lo stato deve intervenire,con forza,non si puo' rimanere indifferenti davanti alla tantissima brava gente che abita a scampia e che con forza chiede piu' presenza sul territorio delle forze dell'ordine,e impreca anche che una volta per tutte arrestano questi camorristi che stanno superando ogni segno.Bisogna militarizzare scampia,ventiquattro ore su ventiquattro senza sosta,indagini a 360 gradi per inchiodare alle loro responsabilita' questi balordi.Ripeto non si puo' ammazzare senza nessun rispetto per la vita umana...