giovedì 24 gennaio 2013

Ammazzato 34enne a barra.Dieci anni fa accoltello' la moglie incinta ammazzando il bambino..

NAPOLI - Qualcuno – tra quegli uomini dello Stato che vestono una divisa spendendo ogni giorno energie per evitare il ritorno del Far west camorristico in città – lo aveva detto nemmeno un paio di giorni fa: «Qui non esiste solo Scampia. Attenzione a quello che sta succedendo nella zona orientaledi Napoli, questo potrebbe essere il nuovo fronte aperto dalla camorra...».
Parole profetiche le sue, visto che ieri pomeriggio i clan sono tornati ad armare la mano ai suoi sicari per compiere l'ennesimo omicidio in città. Questa volta è successo a Barra, nei pressi dell'isolato A2 del corso Mastellone: è qui che è stato ucciso un pregiudicato. Si chiamava Ciro Valda, aveva 34 anni ed era un personaggio noto alle forze dell'ordine. Un sicario gli ha scaricato addosso almeno sette colpi di pistola calibro nove, ammazzandolo mentre faceva rientro nella propria abitazione. Valda era riuscito a guadagnarsi la libertà soltanto poche settimane fa, avendo estinto una precedente pena inflittagli per vendita di stupefacenti.
E, ancora una volta, à la droga il filo rosso che potrebbe svelare la trama nascosta dietro questo efferato delitto. Per i carabinieri che indagano – procede la compagnia di Poggioreale, capitano Gianmarco Pugliese) – la vittima era molto vicina ad un clan forte e potente a Barra: quello degli Aprea-Cuccaro. Ma, scavando nel passato e nei trascorsi giudiziari della vittima, emergono molti buchi neri.
Il peggiore – tralasciando la condanna per droga, scontata in carcere, dal quale Valda era uscito solo nel gennaio scorso – è forse quello dell'accoltellamento della sua ex compagna; un fatto che risale al 9 gennaio di ben dieci anni fa, quando Ciro Valda – a culmine di un furioso litigio con la compagna che era incinta – la accoltellò, ferendola gravemente. In quella tragedia a pagare fu il povero bimbo che la giovane portava in grembo: non ci fu niente da fare per riuscire a salvargli la vita. Per questo gravissimo episodio Valda venne arrestato. Ma non è finita.
Nel 2011, appena due anni fa, tornò a Poggioreale con un'altra grave accusa; il suo presunto coinvolgimento negli affari sporchi di droga che la camorra coltiva nell'area orientale del capoluogo campano. Pur non avendo condanne definitive che consentano di poterlo affermare, Ciro Valda era considerato uomo al soldo del clan camorristico Aprea-Cuccaro.
E che si occupasse – per conto della stessa cosca – di una piazza dello spaccio di stupefacenti. Ci sarebbe, insomma, ancora e sempre la droga dietro la mattanza che ieri ha fatto segnare una nuova vittima a Napoli. Non si può escludere nemmeno che – ma siamo nella teoria investigativa – Valda, una volta scontati i propri conti con la legge e tornato in libertà a Barra dove viveva, avesse deciso di riaprire i canali con i rifornitori di cocaina, marijuana e crak che pure si vende liberamente in un paio di fiorenti piazze di spaccio della zona compresa tra San Giovanni a Teduccio e Barra, mettendosi contro i clan che ancora dominano la zona.
Ma, come intuiva l'investigatore del quale parlavamo in apertura, ora è la situazione che pare essersi riaperta nel peggiore dei modi tra San Giovanni e Barra, con le cosche che si contendono il controllo (e gli introiti milionari) della vendita di cocaina a preoccupare di più gli analisti e i magistrati della Direzione distrettuale antimafia. Solo due settimane fa, proprio a San Giovanni a Teduccio, la camorra era tornata a far sentire la propria sinistra presenza massacrando un giovane: a cadere in quel caso sotto i colpi di due killer fu Ciro Varrello, assassinato in via dell'Alveo Artificiale.
Varrello, 24enne incensurato, venne ucciso a pochi passi da casa sua. La pista? Il controllo delle piazze di spaccio.

29 commenti:

  1. Ormai anke la tra ponticelli-barra-s.giovanni Regna la vanella-grassi..........e questo è risaputo da tutti!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma la volete finire mettetevi le canottiere lote

      Elimina
  2. Ma quale vanella. Qua comandano i lavoratori onesti quelli che si alzano la mattina e si fanno come i pinguini sotto una fermata di un autobus e che si guadagnano la vita con la loro pelle..........loro si che sono guappi non hanno paura di niente freddo gelo pioggia vento non si fermano mai allora si che posso dire ca sono guappo lavorano onestamente e non vedono e non sentono niente perche il vero guappo e quello che lavora e non e quello che ammazza. Che poi tra l'altro state sempre fatti a cocaina. Pensa un po non sanno che e una passeggiata con le mogli e i figli.....non portate i vostri figli alle giostre.......al mare al calcetto......al cinema.........a comprare le scarpe a fare i regali........festeggiare un evento.......ma mi dici che cazzo di vita e questa? Purtroppo lo so le scelte sono scelte ma chi te la fatto fare? E non vuoi vendere i fazzolettini al semaforo?........in cambio pero la sera dormi sempre vicino a tua moglie e ai tuoi figli........ monnezze che non siete altro vorrei incontrarvi ad uno ad uno senza armi in una stanza tutti e due per vedere proprio il vostro coraggio.........io vi capisco una volta la pensavo come voi dieci anni fa avevo vergogna di lavorare adesso invece non esiste una cosa piu bella di andare in un negozio con i vestiti sporchi......e un onore. By il professore 2 i che latrin che sono hihihihi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. onestamente nn credo proprio che la vita del pover'uomo che si alza alle 5 x prendere il freddo come il pinguino davanti alla fermata sia migliore di quella che puo fare un boss cn la "B" maiuscola intendo.lascia stare il piscitiello di cannuccia che fa il palo,o vende skifezza,o fa l'omicidio x 1000 euro,che si crede vuappo e invece e un burattino che al momento giusto lo buttano nel cesso.parliamo di personaggi di un certo livello fanno quello ke li pare .e magari siedono anche a tavola cn la cosiddetta napoli bene.possiamo condannare
      quella scelta,ed elogiare invece il padre di famiglia che si spacca la schiena per 800euro al mese,ma nn dirmi che fa una vita migliore.Anche perche questi se contano veramente nella malavita anche quando vengono arrestati li basta pentirsi,e malgrado il male che anno fatto gli viene data un' altra identità per ricominciare una nuova vita e in molti casi salvano pure i soldi ,vedi per esempio Felice Maniero giusto per dirne uno ma ne potrei farne a decine di questi esempi (ti sembra giusto????)poi dimmi ancora che la vita di quello che fa il pinguino è migliore.naturalmente parlo di vita pratica e non di moralità





























































































































      2B

      Elimina
    2. ...la moralità, come l'hai chiamata tu, ed in generale l'"io" delle persone, l'interiorità, il "mondo" interiore e la capacità di trovare un equilibrio interiore, sono parte integrante della vita di ogni uomo...anzi, sono LA vita di ognuno di noi. E' uno strano discorso quello che fai tu, che scindi la vita pratica dalla vita etica, paragonando "per assurdo" la vita di un cittadino qualunque, onesto lavoratore/"pinguino", con l'ipotetica vita di un "boss", di un capo PENTITO del crimine organizzato!...discorso, il tuo, tutto costruito nel "periodo ipotetico dell'irrealtà", visto che non TUTTI quelli che entrano a far parte del sistema diventano BOSS...anzi...meno di "uno su mille" ci riesce: per ogni boss ci sono migliaia di manovali del crimine che a fronte della loro scelta di non fare i "pinguini" si trovano POVERI, col MARCHIO a vita di essere PREGIUDICATI (e quindi...quasi impossibilitati, poi, a trovare un lavoro onesto - perchè un "pregiudicato" nessuno lo assume - neanche un lavoro onesto "tranquillo", che non li porterebbe a fare i "pinguini") e in CARCERE...in una cella affollata, maleodorante ed umida, a guardare il soffitto senza neppure la possibilità di veder crescere i propri figli!!!...per ogni boss pentito ci sono migliaia e migliaia di poveri cristi che "si mettono" col sistema e fanno una fine di merda!!!...e, a parte il fatto che bisogna intendersi sul concetto di felicità, non credo che un boss che ha "tradito" i suoi amici ed i suoi "ideali" di criminale, spesso perdendo anche l'"affetto" dei membri della sua stessa famiglia e vedendosi CONFISCATI i suoi guadagni illeciti, possa dirsi "uomo felice"...un uomo che si deve nascondere e deve rinunziare financo ad usare il proprio nome per paura di ritorsioni può dirsi più felice di un onesto lavoratore che cammina a testa alta e che non ha mai conosciuto la galera???...beh, questo lo dici tu...e consentimi di essere PROFONDAMENTE scettico (al di là del fatto che non si può entrare nella testa delle persone e "pesarne" la felicità)!!!...il prof 1

      Elimina
    3. ...dimenticavo...ma perchè cazzo dopo il "commento" hai lasciato tutto quello spazio libero!!!??? il prof 1

      Elimina
  3. ...BEN DETTO!!!...MA CHI SEI...IL PROFESSORE 2 LA VENDETTA!!!???...tra l'altro quei cani morti della vanella regnano solo nella cella umida e maleodorante dove sono rinchiusi come bestie e dove sono costretti a passare gli anni migliori della loro vita fissando il soffitto!!! BY il professore 1!!!

    RispondiElimina
  4. Io nn sono un camorrista ma ti ripeto che per ogni camorrista arrestato ce ne sono almeno 10 che vogliono prendere il suo posto!!!e la vanella-grassi olytre che a scampia hanno fatto guerra a miano e barra scalzando le vecchie guardie come i capitoni e gli aprea questo e un dato di fatto!!era solo per chiarire una volta per tutte chi ci poteva essere dietro a quest altro delitto................e ti dico anche io lavoro e mi alzo alle 5 di mattina per andare al cardarelli a svolgere il mio modesto lavoro di magazziniere e ne vado più ke fiero........

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...caspita!!!...lavori al cardarelli come magazziniere e sai tutti questi particolari della camorra!!??...forse stai col clan degli scissionisti ospedalieri?...ma questi "dati di fatto", come li chiami tu, da cosa si evincono, e dove sta scritto che sono fatti assodati??...non è che ti dicono puttanate???...anche questa storia dei 10 alla volta che vogliono entrare a far parte del sistema...non è che sono le stronzate di qualche povero cristo camorristiello di quattro soldi??...che spara cazzate per giustificare il fatto di essere un senza palle senza voglia di lavorare??...oppure che spara cazzate per reclutare nuovi "adepti"??...per convincere qualche altro ragazzo ingenuo e sfaticato che il lavoro onesto non paga??...meditate gente, meditate!! il professore 1

      Elimina
    2. Caro anonimo parli di guerre di predominio territoriale senza conoscere i fatti.La venella grassi si e' scissa dai di Lauro per confluire nelle famiglie scissioniste degli Amato-Pagano,Poi che succede che si sono divisi anche con gli Amato-Pagano appoggiando il cartello delle famiglie malavitose degli Abete-Notturno-Abbinante.Dopo poco tempo si e' riconciliata con gli Amato-Pagano e insieme a Gaetano Marino hanno tentato una inutile e suicida guerra contro gli Abete-Abbinante-Notturno.Erano anni che le forze dell'ordine avevano alzato un livello di attenzione maggiore rispetto al passato,questo significa che l'organigramma del clan era stato svelato.Pero' essendo questo gruppo molto ballerino,nel senso che prima confluisce in un clan poi nell'altro e quindi era difficile delineare i ruoli di capi killer e gregari.Con tempo e' innegabile che il gruppo della vanella grassi era cresciuto e stava attirando a se molti simpatizzanti ottenendo anche consensi da altre famiglie malavitose della zona a nord di Napoli.Poi e' successo quello che tutti sappiamo e ti dirò di piu' che questo gruppo si e' suicidato decapitato massacrato da solo.I loro boss gregari e killer verranno condannati a pene esemplari e di questo gruppo rimarrà poco o niente.Firmato il professore3...

      Elimina
    3. GRANDE!!!...dopo il professore2 anche il professore3!!!...ragazzi sono contentissimo...!!..però ricordate, per stare nel gruppo dei professori bisogna "dare in cuollo" al sistema!!!...vi voglio col "sangue agli occhi" contro i camorristi...mi raccomando!!!! Cordiali Saluti da........il professore 1!

      Elimina
    4. tu lo hai appreso dai giornali io ci vivo e ti dico chee degli Abete Abbinante Notturno a scampia nn c è nè neanche più l ombra ed anche se con nuovi soldati le piazze a scampia sono controllate dalla Vanella Grassi

      Elimina
    5. Ma gli abbinante comandonk ancoro il rione monte rosa

      Elimina
    6. COMANDANO STA MINKIA GLI ABBINANTE................

      Elimina
  5. Se vivi in queste zone e parli con gente che ci sta dentro lo si può apprendere anche senza essere del SISTEMA.........e ti ripeto nn appartengo a nessunissimo scissionista ma il lavoro lo ottenuto per miei meriti avendo conseguito un diploma e una minilaurea,i dadati di fatto si conoscono basta parlare con la gente comune di quei quartieri per sapere ora li chi gestisce gli affari illeciti!I Lo Russo stanno in carcere e il loro capo carismatico eè diventato collabboratore di giustizia,gli Aprea erano imparentati con gli Abete e se 1+1 fa 2 è facile capire il resto............ti ripeto ke nn appartengo anessun sistema e quando prima hai voluto fare quella battuta mi hai un po fatto infuriare perke ne io ne la mia famiglia abbiamo mai bazzigato questi ambiaenti............mio padre pace all anima sua si è sempre battuto per farmi studiare!!ti dico di più alle elementari e medie nella mia scuola sono passati personaggi come Tamburrino Salvatore La Monica Umberto,Gennaro Marino,Ciro Di Lauro,i fratelli Pisano già allora si vedeva la loro cattiveria ed io nn ho li mai frequentati perchè volevo studiare e diventare qualcuno!!!

    RispondiElimina
  6. ...guarda che scherzavo...gli "scissionisti ospedalieri" ovviamente non esistono...e poi chi dovrebbero essere...un gruppo di infermieri che fa le estorsioni ai malati??...il discorso dell'1 più 1 francamente non l'ho capito...visto che nel precedente commento parlavi dei girati della vanella-grassi, che sono altra cosa rispetto ai "capitoni" di Miano ed al loro capo "pentito" Salvatore Lorusso, ed altra cosa ancora sono gli Aprea e gli Abete, scissionisti della prima ora arroccati a scampia...e comunque, sono tutti, indifferentemente, uomini di merda!!!...tu sei una persona perbene figlio di onesti lavoratori...lasciala perdere questa gente...dicono cazzate e mitizzano questi quattro camorristielli da quattro soldi...che poi, in un modo o nell'altro, finiscono sempre in carcere o al camposanto!!! il prof.

    RispondiElimina
  7. Caro anonimo scusa se entro nel merito ma i tuoi commenti meritano attenzione e allo stesso momento una lunga riflessione.Tu dici che i girati comandano barra-ponticelli-miano-secondigliano ecc.Ti hanno mai parlato di stato di diritto,ti hanno mai spiegato che chi comanda il territorio e' lo stato con le forze dell'ordine?Chi comanda e mettetevelo bene in testa e' lo stato,dispiace che un giovane studente che con lunghi sacrifici si e' meritato un posto nel cardarelli non sa queste cose.Ma scusa nessuno ti ha insegnato a scuola che siamo tutelati dallo stato?che il nostro paese si chiama Italia,i camorristi non comandano niente,basta vedere che succede quando arrivano le legioni dei carabinieri o polizia,scappano caro anonimo e' questo dimostra che non hanno nessun potere territoriale.Forse l'unico potere che hanno e' quello di sfruttare la brava gente....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si mi hanno parlato dello stato e delle forze dell ordine!ma so anke ke sotto il regime mussolini assoldava i camorristi per farli entrare nelle forze dell ordine e quindi credo ke il 50 per cento sia marcio perkè già era marcio a monte............

      Elimina
    2. lo stato comanda????? Magari... siamo obbiettivi e ammettiamo la REALTà .purtroppo per quanto riguarda alcuni posti nn è cosi o perlomeno diciamo che in alcune zone nn ha il pieno controllo e sottolineo PURTROPPO .esempio:il "quartiere STATO forcella"quando era sotto il dominio dei Giuliano.totonero, estorsioni a tappeto come se si trattasse di una tassa statale,cantanti imposti nelle feste di piazza,magazzini senza alcun tipo di licenza o di permessi vari,sigarette di contrabbando vendute per anni come se fossero del monopolio ecc. ecc.potrei continuare per un'ora....Quindi ripeto cerchiamo di essere obbiettivi e mettiamoci il condizionale davanti dicendo:LO STATO di diritto "DOVREBBE"pienamente avere tutto il territorio italiano sotto controllo.ma purtroppo vi sono ancora alcune zone "franche"dove ancora nn è cosi.Nel frattempo speriamo che anche quei quartieri che ancora sfuggono al pieno controllo dello stato,possano essere presto liberati dalla morsa dell'anti stato

      Elimina
  8. cmq vorrei ricordare all amico che i barresi si sn infiltrati sia a cercola che a san sebastiano ke a ponticelli....
    a sangiovanni si e creata un alleanza formicola reale rinaldi poi ci sn i mazzarella che non muoiono mai...la zona orientale e piena di falliti non credo proprio si fanno mettere i piedi in testa dai secondini cn le canottiere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. le piazze di spaccio a ponticelli sono controllate dalla Vanella-grassi domanda e vedi se è vero nn dico palle può darsi che devono pagare una quota ma la monnezza la portano loro...........

      Elimina
    2. ...vabbè, adesso andiamo a chiedere!!!...e dove stanno precisamente queste piazze di spaccio???...e poi che droga spacciano???...ti ricordo che la vanella nasce come piazza di EROINA (in origine vendevano solo quello) e poi hanno aggiunto anni dopo la "coca dei tossici", e cioè quel miscuglio di anfetamine per cavalli, farmaci scaduti e veleno per topi che a scampia-secondigliano vendono come cocaina ai tossicodipendenti da eroina (al prezzo di 13 euro al "pezzo"!!...per costare così poco evidentemente la cocaina non c'è proprio!!...non che è tagliata...non c'è proprio la cocaina in quei cilindretti di merda che vendono quelli della vanella!!). Come mai, se come dici tu controllano lo spaccio anche nella zona est della periferia di napoli e sono specialisti dell'eroina...non risultano (nè tra le forze dell'ordine nè tra i tossici) esserci piazze di eroina a ponticelli???...te lo sei mai chiesto??? i.p.

      Elimina
    3. Caro amico lettore lei e' informato poco e male,fu il prefetto Liborio Romano che in buona fede cerco' di togliere i guappi dalle strade offrendo loro un posto di lavoro in polizia.Ciò fu dovuto prima di tutto a l'ignoranza che c'era nel sottovalutare il fenomeno camorra che ha quei tempi non era nemmeno chiamata così.Il termine camorra fu coniato molti anni dopo prima infatti qualcuno ebbe l'idea di chiamarla onorata società.Comunque il prefetto Romano forte dai poteri che gli erano stati conferiti in poco tempo rimedio' alla grande cacciando non solo i camorristi dalla polizia,ma addirittura li mando' al confino forzato.Mussolini invece merita un discorso piu' approfondito e lungo per i grandi meriti guadagnati non solo alla lotta alla camorra ma a tutte le mafie.Mussolini quando si rese conto che nello stato fascista c'era un'ulteriore forza,una specie di associazione detta anche i fasci siciliani mando' in Sicilia il prefetto di ferro Cesare Mori che in meno di un anno colpi' al cuore la mafia arrestando capi e gregari.A quel tempo il padrino assoluto della mafia era Vito Cascio Ferro che in piu' occasioni sbarco' in America importando quel terribile virus che ancora oggi chiamiamo mafia.In America Vito Cascio Ferro creo' la mano nera,associazione mafiosa dedita alle estorsioni che venivano fatte all'inizio a quei pochi commercianti anche loro emigranti italiani che con fatica sudore erano riusciti ad avviare una piccola bottega.Anche il grande tenore napoletano Enrico Caruso fu vittima di estorsione che pago' senza fiatare alla mano nera.Ebbene Cesare Mori fece arrestare Vito Cascio Ferro e prima di trasferirlo in carcere lo fece rinchiudere in una piccola gabbia nel paese di Villalba dove tutti potevano ammirare il grande padrino messo in gabbia come una scimmia.Oltre Vito Cascio Ferro il prefetto mori arrivo' molto in alto decapitando difatti la mafia,furono arrestati anche i boss Genco Russo-Paolino Bontà ecc..Quando il prefetto si rese conto che alcuni boss tra cui Vito Cascio Ferro in carcere continuavano a dare ordini all'esterno li fece isolare e possiamo dire con
      Certezza che fu una specie di 41bis attuale molto piu' restrittivo e duro.Vito Cascio Ferro mori' nel carcere di Pozzuoli Napoli durante un bombardamento degli alleati nella seconda guerra mondiale alla venerata eta' di 94 anni.Quando Mussolini pero' si rese conto che il prefetto Cesare Mori stava arrivando in alto,troppo in alto lo fece promuovere e lo mando' in via definitiva in pensione.Il duce non ammetteva che nella nuova Italia fascista esistessero associazioni mafiose o camorristiche e se non intervenivano alcuni poteri forti a farlo desistere forse oggi la mafia o la camorra sarebbero solo un piccolo ricordo del passato.Ma lo stato fascista fu il solo che la mafia la camorra la combatte' frontalmente vincendo...Il professore 4 t.e.

      Elimina
    4. ...W I PROFESSORI ANTISISTEMA!!! 1,2,3 e ora pure il professore 4, un vero e proprio "storico" dell'antimafia!! Cordiali Saluti da il prof 1!!!!!!

      Elimina
  9. chi comanda a barra ?.?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...la domanda corretta è..."CHI SONO I CRIMINALI DI BARRA??"

      Elimina
    2. Per barra ci sono: i celeste-guarino aprea cuccaro e alberto.
      A san giovanni: i D'amico Mazzarella formicola reale rinaldi e gli altamura.
      A ponticelli : cuccaro de luca bossa e gli esposito. I sarno non ci sono piu perche collaboratori di giustizia. Questo e quanto ho appreso dal cronache di napoli poi non so

      Elimina
  10. Camorristi volevo mandarvi un messaggio di vero cuore........anche voi avete fatto sacrifici nel bene e nel male per crescere i vostri figli il mio consiglio e quello di collaborare con lo stato........solo cosi potete assicurare un futuro alle vostre famiglie........non pensate all'onore. ......pensate a salvare tantissime vite umane che e piu importante dell'onore.......... pensateci bene. Fatelo per il futuro delle vostre famiglie e delle altre famiglie. Che dio vi benedica.
    By il professore 2

    RispondiElimina
  11. Sono finiti i bei tempi con le feste di quartiere, Gigi finizio, 80000 euro spese per una comunione. Ora comanda lo stato. Scampia mai più' come prima. Grazie a Michele spina e a tutte le forze dell'ordine. Prof5 e 1/2

    RispondiElimina

SVOGATEVI CON QUESTI CAZZO DI CAMORRISTI,VOGLIO SENTIRLE E VEDERLE DI TUTTI I COLORI