giovedì 24 gennaio 2013

Ecco i nomi dei killer di Lucio De Lucia detto cap e chiuov.

Molte volte le rivelazioni dei collaboratori di giustizia si rivelano determinante per avviare indagini a carico di persone che si sono macchiati di reati deplorevoli.Molte indagini sono state riaperte proprio per il prezioso contributo che i collaboratori danno in cambio di sconti di pena o detenzioni differenziate.Vittima delle collaborazioni con la giustizia e' anche il clan Di Lauro che proprio grazie a molti collaboratori si e' visto ridimensionare non solo lo spessore criminale,ma anche il monopolio
della vendita al dettaglio e all'ingrosso di grossi quantitativi di stupefacente.Il reggente,l'attuale latitante Marco Di Lauro inserito nella lista speciale dei trenta da catturare con ogni mezzo,si e' visto condannare all'ergastolo grazie alle rivelazioni di Vincenzo Lombardi che lo ha accusato di essere il mandante dell'omicidio di Attilio Romano' vittima innocente della camorra.Vincenzo Lombardi insieme a Carlo Capasso e' il pentito piu' proficuo del clan di lauro,grazie alle sue rivelazioni sono stati ricostruiti decine di omicidi e scoperte trame degne di un film giallo.L'ultima rivelazione fatta da Vincenzo Lombardi,riguarda l'agguato avvenuto nel 2007 in cui fu massacrato Lucio De Lucia detto totor cap e chiuov,uomo di punta del clan Di Lauro,e capozona del rione berlingieri e del perrone prima della scissione del 2004.Secondo le dichiarazioni rese da Vincenzo Lombardi,Lucio De Lucia fu ammazzato da Luigi Magnetti e da Luigi Giannino,due giovani killer ritenuti i prepulsori della scissione della vanella grassi dal clan di lauro nel 2007.Secondo le dichiarazioni rese da Vincenzo Lombardi a fare la filata e dare l'ok ai killer fu Giuseppe Parisi detto pepp o nason,infatti si Parisi che De Lucia erano molti amici,e quella sera entrambi stavano giocando a carte in un circolo ricreativo sito dietro il rione dei fiori.Lucio De Lucia era sottoposto alla sorveglianza speciale,e dunque aveva l'obbligo di tornare a casa prima delle ore 21.00abitava in un piccolo appartamento miezz a l'arc,e proprio li lo stavano aspettando i due giovani killer uno di 20 l'altro di 21.Quando Lucio De Lucia si alzo' dal tavolo per tornare a casa Giuseppe Parisi si era gia' alzato tre volte per fare alcune telefonate racconta Vincenzo Lombardi,usci' subito dopo il De Lucia sempre con il telefono in mano per avvisare i killer che cap e chiuv stava rincasando.Infatti quando dopo pochi minuti venimmo informati che avevano ucciso a totor cap e chiuov Giuseppe Parisi scomparve dal rione dei fiori e si alleo' dopo poco tempo al clan dei Sacco-Bocchetti che si erano a loro volta alleati con il clan degli scissionisti degli Amato-Pagano.L'omicidio di Lucio De Lucia racconta Vincenzo Lombardi avvene  poche settimane dopo che erano stati massacrati Giuseppe Pica e Francesco Cardillo, due nostri affiliati ammazzati sempre da Luigi Giannino e da Luigi Magnetti.Due killer spietati che per allearsi con il clan vincente degli scissionisti ci stava massacrando uno alla volta,un attacco quello di Giannino-Magnetti programmato a tavolino per sganciarsi da noi e allearsi con gli scissionisti formando il clan autonomo della vanella grassi.Comunque sia Luigi Magnetti che Luigi Giannino,cosi' come GiuseppeParisi non finiranno mai in prigione,per loro si sono aperte prima i cancelli del cimitero di secondigliano.