mercoledì 6 febbraio 2013

Ferdinando Cesarano l'irriducibile boss...

Sta scontando una dozzina di ergastoli al 41bis,in regime di carcere duro,piu' volte come pena accessoria gli e' stato applicato l'articolo 5,piu' duro del 41 bis stesso,ma lui era e rimane uno dei boss della camorra piu' irriducibili.Stiamo parlando di Ferdinando Cesarano detto nanducc e ponte persica,uno dei boss piu' completi usciti dalla scuola di Carmine Alfieri.Eppure anche se recluso in un regime carcerario particolare nanducc e ponte persica riesce sempre e comunque a far parlare di lui.La notizia piu' recente e che dopo una sfilza di esami tutti svolti in videoconferenza il boss di Pompei si e' laureato con ben centodieci e lode in lettere e filosofia,oltre le altre lauree prese sempre in carcere in scienze delle comunicazioni e un'altra in psicologia.Secondo i giudici e periti il suo coziente di intelligenza va oltre la norma,eppure nanducc e' stato sempre uno che questa sua intelligenza la sempre usata per commettere omicidi,estorsioni,stragi e col tempo ha diventare uno dei boss piu' spietati che
la camorra napoletana abbia partorito.Un criminale eclettico,bravo ad impugnare un mitra,cosi' come a trattare con i colletti bianchi,affarista senza scrupoli che quando parte non lo ferma niente e nessuno.Se Raffaele Cutolo e' stato sconfitto,i meriti sono tutti suo,infatti nanduccio e' stato l'esecutore materiale dell'omicidio di Alfonso Rosanova ragioniere della nuova camorra organizzata,l'uomo che trattava e curava tutti i canali politici ed economici della nuova camorra.Ma
nanduccio e' stato anche l'assassino di Vincenzo Casillo che insieme a Peppe Ruocco Mimmo Sarnino e Ettore Miranda,fecero saltare in aria a Roma.Vincenzo Casillo era il braccio armato della nuova camorra organizzata,il desiderio di ammazzarlo era così tanto che tutti i vertici della nuova famiglia,gravidavano attorno a Pasquale Galasso organizzatore dell'attentato commesso poi da Cesarano e da Ruocco.Nel clan di Carmine Alfieri sta chi si e' pentito,come lo stesso Alfieri,e chi si e' dissociato come Enzuccio Moccia,lui no,e' rimasto uno dei pochi irriducibili della nuova famiglia.Ferdinando Cesarano sta scontando piu di dodici ergastoli affibbiatogli durante il processo maglio,contro capi e gregari della nuova famiglia,e' stato accusato dagli stessi capi e dai suoi ex amici di battaglia di tanti omicidi,compresa anche la strage di Torre Annunziata dove i killer arrivarono con macchine e un pullman turistico ammazzando otto esponenti del clan Gionta e ferendo altrettanti affiliati.Prossimamente dedicherò una pagina statica per raccontare la vita,l'ascesa,le guerre,il carcere duro e gli ergastoli presenti costantemente nella vita e nanducc e pont e persic.Agli inizi degli anni 90 nanduccio da una ulteriore prova di cosa e capace,una prova eclatante ma progettata da nessun altro capo camorra,lui insieme a Giuseppe Autorino non solo la progetto' ma la porto' a termine durante il processo California che si stava svolgendo nell'aula bunker di Salerno.All'improvviso le guardie penitenziarie iniziarono a urlare e correre come forsennati avanti e indietro,sia nanduccio che geppino erano spariti dal gabbiotto messo in bella mostra nell'aula bunker di Salerno.Con l'aiuto di alcuni complici erano riusciti a scavare un tunnel sotterraneo che dall'esterno del tribunale di Salerno finiva proprio sotto il gabbiotto dove c'erano Geppino Autorino e Nanduccio.Come in un film i due boss della camorra si calarono con l'aiuto di corde e tavole di ponti fin dentro una piccola rete fognaria che andava a sbucare fuori la superstrada che collega i paesi vesuviani.I due boss nel tunnel avevano trovato anche tre pistole due mitra una granata e due bombe a mano per coprirsi la fuga,sbucano sulla statale e pistole in pugno rapinano un'auto di un automobilista di passaggio,7-8
chilometri e rapinano ancora una nuova
autovettura per deviare gli investigatori,poi i due boss si dividono,uno torna a
Nola deciso a ricompattare il clan Alfieri dopo il pentimento del boss,l'altro invece si occupa prevalentemente di investire i milioni di euro in attività pulite.Entrambi vengono stanati dopo alcuni anni,il primo e Geppino Autorino che sta gestendo le redini del clan Alfieri,da fuggiasco latitante Geppino ha messo in riga tutti gli affiliati e si e' proclamato capo,la polizia e il gruppo speciale dei NOCS lo intercetta nelle campagne del nolano,ma il boss una
volta scoperto e bloccata l'auto su cui viaggiava,anziché alzate le braccia e arrendersi esce dall'auto di corsa con due pistole in pugno,inizia a sparare inutilmente verso le forze di polizia.La sua sara' una morte atroce,il suo
corpo verra' crivellato di proiettili.Ferdinando Cesarano invece sara' piu' fortunato,viene localizzato a Torre Annunziata all'interno di una lussuosa villa,vive con la sua amante brasiliana e si e' fatto crescere barba e porta una parrucca.Il blitz scatterà alle quattro del mattino,un centinaio gli agenti che partecipano vista la pericolosità del fuggiasco.Nanduccio offre i polsi e si fa ammanettare,poi la storia processuale che lo ha visto in veste di esecutore e mandante di decine di omicidi,gli ergastoli che tuttavia non gli hanno impedito di gestire se anche recluso al 41bis le fila del suo clan che ancora oggi e' uno dei piu' ricchi e potenti dell'intera Campania.Si e' scritto tanto su nanduccio,alcuni lo hanno definito un diavolo,altri un angelo,altri un freddo stratega,altri l'alter ego di Carmine Alfieri,tuttavia resta il fatto che nella sua vita non e' stato mai secondo a nessuno,nemmeno ai casalesi che nel processo spartacus ne hanno parlato con timore e stima.Resta un irriducibile,uno dei pochi che sta scontando il carcere a vita,tenendo fede hai vecchi codici della camorra e del silenzio.Questo post e' stato scritto dall'amico professore quattro sperando che questa sua collaborazione non si fermerà a questo post.Grazie professore a buona lettura a tutti gli amici lettori..