venerdì 22 febbraio 2013

La misteriosa scomparsa di Cristofer Oliva

Belli e' dannati,infiniti canaloni,rupi crepe e pozzi tanto che gli investigatori li hanno da sempre definiti i canaloni della camorra.Costeggiano tutto intorno la discarica di Chiaiano che per anni ha inghiottito tonnellate di rifiuti provenienti da tutta Napoli,appartiene ad un pezzo di terra che taglia quasi a meta' Chiaiano e zone limitrofi.E propri qui' inizia e finisce questo racconto,un racconto che parla di tre bravi ragazzi della Napoli bene,studenti con tanti sogni nel cassetto,che per gioco si sono accorti che quelle terre avvelenate dai rifiuti non avevano perso la loro fertilità.Cristofer Oliva,Fabio Furlan e il loro amico kaled iniziano a perlustrate quelle terre alla ricerca di un piccolo apprezzamento di terreno lontano da occhi indiscreti.La loro idea e' seminare piccoli semi di marijuana e avviare una piccola attività giusto per soddisfare il fabbisogno dei tanti amici studenti che per comprarla si spostano fino a scampia.Inizia così tra curiosità e gioco questo piccolo traffico tra amici di marijuana che permette ai tre di togliersi qualche piccolo capriccio e vestire alla moda.Fabio Furlan da tempo vive e dorme a casa di Cristofer Oliva,tanto che la mamma e il papa' considerano Fabio Furlan come uno di famiglia,visto l'intesa e l'amicizia che lega Fabio e Cristofer.Entrambi si vogliono un gran bene,condividono gli stessi interessi,stesse amicizie e si innamorano della stessa ragazza.Iniziano le prima scaramucce e i primi dissidi tra i due,Cristofer si accorge che gli sono spariti circa tre chilogrammi di marijuana,Fabio da amico fraterno diventa ben presto un nemico di Cristofer che in piu' occasioni gli ha rinfacciato vari episodi che Cristofer attribuisce a Fabio.I due anche se non piu' legati come una volta continuano a frequentarsi,poi nel mese di novembre del 2009 succede qualcosa,Cristofer non ne parla con i familiari,lo scrive su facebook.Un grande vaffanculo ai traditori scrive,poi sempre sulla bacheca di facebook scrive un'altro po' e si parte per il Brasile.Un sogno,un viaggio che non farà in tempo ha realizzare,sempre a novembre del 2009 riceve sul suo cellulare una chiamata di Fabio Furlan che lo invita a lasciare il telefonino a casa per evitare tarantelle e ad uscire per in servizio.Cristofer Oliva esce di casa alle ore 20.00 circa e non farà piu' ritorno,aveva solo vent'anni.I genitori presi dallo sconforto denunciano la scomparsa del loro amato valloni,figlio alle forze dell'ordine,e si rivolgono anche alla trasmissione televisiva della Rai chi l'ha visto.Niente,Cristofer sembra essere stati inghiottito dal nulla,poi una telefonata anonima alla trasmissione televisiva chi l'ha visto orienta le indagini su ben altre strade.Infatti l'anonimo che aveva telefonato in diretta diceva che Cristofer era stato ammazzato dai suoi amici e il corpo buttato in una terra di secondigliano.Proprio così esclamava l'anonimo,buttato,una parola strappa brandelli di speranza e cuore ai genitori di Cristofer che in cuor loro sperano che il loro amato figliolo sia ancora vivo.Dopo alcuni anni la svolta,gli investigatori arrestano Fabio Furlan e lo rinchiudono nel carcere di poggioreale con l'accusa di essere l'autore materiale dell'omicidio e dell'occultamento del cadavere che ancora oggi non e' stato trovato.Il processo e' tuttora in corso e Fabio Furlan si e' difeso con forza,si e' sempre professato innocente e per dimostrarlo ha ingaggiato due legali.Per la procura e visto anche i tanti indizi che stanno spuntando fuori e' Fabio l'assassino di Cristofer che con l'aiuto di altre persone da identificare ha ammazzato Cristofer e ne ha fatto sparire il corpo.Per la verità qualcosa di piu' concreto lo aveva raccontato nei giorni scorsi quell'altro amico italo-egiziano di nome kaled,arrestato insieme a Fabio Furlan e successivamente scarcerato.Infatti la procura credeva che il complice di Fabio fosse proprio Kaled visto che insieme i tre avevano iniziato quel piccolo traffico di stupefacenti.Poi invece e' stato scarcerato e durante il processo ha raccontato qualcosa che aumenta sensibilmente il quadro probatorio ai danni di Fabio Furlan.Kaled racconta ai giudici dei dissidi nati tra i due,e che una sera sua lui che Fabio stavano fumando uno spinello in macchina,Fabio gli dice che un giorno girovagando a casa di Cristofer aveva trovato una piccola agenda,incuriosito l'aveva aperta e aveva scoperto qualcosa che lo aveva sconvolto.Su una pagina era disegnata una pistola e sull'altra pagina una scritta,anche se sei il mio migliore amico ti devo ammazzare..Una verità che kaled ricorda e la racconta ai giudici,poi continua dicendo che Fabio gli aveva detto che il viaggio per il Brasile a Cristofer glie lo avrebbe fatto fare lui.Ancora indizi ma nessun riscontro obiettivo,in piu' il corpo di questo piccolo angelo biondo non si trova.Leandro Del Gaudio bravissimo giornalista del giornale il mattino sta seguendo da vicino questa vicenda,ne e' uscita fuori anche una puntata dedicata alla scomparsa di Cristofer che Leandro ha mandato in onda nel suo programma delitti imperfetti.Purtroppo Fabio Furlan si e' chiuso in un silenzio ostinato che non da spunti ne sul ritrovamento del corpo di Cristofer ne sulla sua colpevolezza,e sono due anni che e' chiuso in carcere.Io una mia idea personale di questa faccenda me la sono fatta,seguendo e leggendo articoli e testimonianze che mi danno una certa certezza su come siano andati i fatti.Ma voglio anche precisare che Fabio Furlan deve assolutamente essere ritenuto innocente fino ad una condanna definitiva e che se ci sara' qualche colpo di scena durante il processo sono pronto ad aggiornarlo su questo blog.Spero che sia così,anche per acquietare lo stato d'animo dei
genitori di questo ragazzo che continuano a sperare.Allora dico,bisogna cercare in quei valloni,quelle rupe di Chiaiano,quelle terre traditrici probabilmente li' e' stato sepolto Cristofer.Leggendo gli ultimo riscontri investigativi fu Fabio Furlan l'ultimo, quella maledetta sera,a telefonare e vedere Cristofer,puo' darsi che con una banale scusa lo ha condotto in quei valloni dove coltivavano la marijuana e con l'aiuto di qualche complice,ammazzato e sepolto in quel pezzo di terra lontano da occhi indiscreti.Una semplice ipotesi che in qualche modo diventa plausibile se si pensa alla conoscenza che i due avevano di quei valloni,dannati canaloni che sarebbe una vera impresa ciclopica perlustrare palmo a palmo,ma li' va cercato Cristofer ammesso che sia stato ammazzato da Fabio il suo caro amico che per mesi lo ha ospitato a casa sua condividendo sogni capricci e desideri di tre bravi ragazzi...