domenica 17 marzo 2013

Cosi Ammazzai Francesco Feldi detto o' tufan

Transfer money with your mobile phone credit
Ha scatenato un putiferio anche da morto,questo blog fu letteralmente inondato di email e di commenti quando scrissi un post sulla sua vita e sulla sua morte.Due fronti opposti,che si spaccavano sulla figura carismatica di Francesco Feldi,detto o' tufano,boss del rione berlingieri per conto del clan Sacco-Bocchetti.Da un lato c'era chi lo difendeva,lo acclamava,lo amava,dall'altra persone che offendevano la sua memoria ridicolizzando la sua figura.Da questo,deduco che Francesco Feldi,sia stato una figura importante per la malavita secondiglianese,che ha saputo far parlare di se,anche da morto.E' di ieri la notizia che i killer
che massacrarono Francesco Feldi,oggi hanno un nome,si conosce chi sono,perche' hanno ammazzato Frachetiell tufan e da chi sono stati mandati.Uno spunto importante per questo delitto fu dato da alcune intercettazioni telefoniche,a carico di affiliati al clan degli scissionisti guidati dalle famiglie Amato-Pagano,si parlava in codice,ma gli investigatori capirono fin da subito che quelle telefonate,quei messaggi servivano a coprire qualcuno che aveva commesso un delitto.La certezza ieri e' arrivata da Giovanni Illiano'detto giovannone' che si e accusato dell'agguato costato la vita a Francesco Feldi.Giovanni Illiano e' giusto ricordarlo,e' il collaboratore di giustizia che sta disintegrando con le sue rivelazioni le famiglie Amato-Pagano,ha commesso alcuni omicidi per conto degli Amato-Pagano compreso quello di Francesco Feldi,ammazzato per alcune divergenze nate per il controllo del rione berlingieri.Infatti racconta Giovannone,Francesco Feldi,era impaziente,voleva il controllo totale del rione berlingieri,lasciando invece alla vanella grassi la gestione del perrone.Francesco Feldi era un affiliato vecchio stampo del clan Licciardi della masseria cardone,aveva aderito nel 2009 alla scissione guidata dalle famiglie Bocchetti-Sacco-Cesarano che intendevano sganciarsi dal clan Licciardi.Avevano sete di potere e autonomia i Sacco-Bocchetti-Cesarano,che insieme ai fratelli Feldi aveva iniziato una scissione silenziosa e sanguinaria.Quando si trovo' un accordo con i Licciardi,le zone e gli affari furono divisi,agli scissionisti andarono San Pietro a Patierno,rione berlingieri e meta' del perrone,mentre i Licciardi rimasero al loro posto,inflessibili e astuti ben sapendo che nel tempo questa scissione si sarebbe spaccata,era solo questione di tempo.Infatti dopo nemmeno due anni,Giovanni Cesarano,uno degli artefici della scissione fu arrestato e forse non ne uscira' piu' di galera,Gennaro Sacco fu massacrato insieme al figlio nella sua San Pietro a Patierno,mentre i Bocchetti furono squadernati dai continui blitz delle forze dell'ordine.Nel frattempo i temuti fratelli Tufano furono arrestati,in liberta' rimase solo Francesco Feldi che non si rese conto della nuova alleanza che si stava andando a creare tra gli scissionisti e il gruppo della vanella grassi.Dico questo,perche' i fratelli Feldi furono usati secondo alcuni,per estromettere gli ultimi dilaurini dagli affari del rione berlingieri.Infatti gli ultimi dilauriani di ferro,furono cacciati dalle loro abitazioni e dal rione berlingieri proprio dai fratelli Feldi e dai loro affiliati.Francesco voleva a tutti i costi il controllo del rione berlingieri senza sottostare a nessuno,ne tanto meno agli scissionisti,fu per questo che fu ammazzato.Non si rese conto,che era rimasto da solo e in nessun modo poteva dichiarare guerra al clan degli scissionisti,all'epoca compatto egemone e potente.Secondo Giovanni Illiano,non fu difficile ammazzare Francesco Feldi,la sua morte fu voluta da tutto il direttivo degli scissionisti,in piu' c'erano molte persone che lo filavano da giorni,studiavano i suoi spostamenti.Francesco Feldi fu assassinato a pochi passi dalla sua abitazione,i killer sapevano benissimo che da li sarebbe passato,lo aspettarono e quando fu a tiro gli spararono i primi colpi di pistola alla schiena.Fu colpito alla schiena,e lo racconta il killer stesso,per non dare nessuna opportunita' a Franchetiello di scappare,quando cadde a terra Giovannone gli diede il classico colpo di grazia alla testa,e via in un appartamento a Casoria messo a disposizione da Mirko Romano,anche lui ammazzato pochi mesi fa.Fu la sete di potere,e l'isolamento a decretare la morte di Francesco Feldi,che se non andava fermato a tempo,in futuro avrebbe dato molti problemi al clan degli scissionisti.

17 commenti:

  1. Illiano infame guappo di cartone non hai avuto nemmeno le palle di sparargli guardandolo in faccia sei solo un verme infame lota!!!

    RispondiElimina
  2. ma chi gli'e le da queste informazioni a questo edicolante???

    RispondiElimina
  3. Franchetiell era un uomo leale ed onorato se ti doveva sputare in faccia lo faceva "faccia a faccia" e non a tradimento come siete abituati voi lota ! illiano si na merd tu e chi ti ha mandato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. un camorrista leale ed onorato?? uno che chiede il pizzo e minaccia la gente di giorno per poi mandare di notte un balordo ad incendiare il magazzino di chi si ribella?? non esiste al mondo un solo camorrista leale ed onorato!!! i camorristi sono codardi in quanto tali!!!!

      Elimina
  4. Be' definirmi edicolante mi onora,anche se non lo sono,te lo assicuro.Posso dirti solo che sono,un divulgatore di notizie che fanno tanto arrabbiare le persone come te che mi chiami edicolante.Questo e' un semplice blog,non e' una testata giornalistica,e stai tranquillo che tutto quello che c'e scritto su questo blog e scientificamente provato.Buona lettura a tutti voi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Riportare un fatto o una notizia per quello che veramente è significa fare del giornalismo,volerla interpretare significa fare l'edicolante.Tranquillo (scientificamente) provato.

      Elimina
  5. ma francesco non era un cammorrista e non si riteneva tale, era solo una persona che non accettava abusi da gente indegna di comandare tutto qui , ha aiutato persona ed era una persona buona ... capisco BILL GATES che lo deve definire per forza come un boss perchè purtroppo sui giornali ne esce solo questo, ma francesco feldi non era come tutti questi " BOSS " Di ora... semplicemente non voleva essere rotto le scatole non voleva stare agli ordini di gente schifosa non voleva commettere cose per conto loro ... lui è veramente un uomo onorato e leale .
    BILL TU SEI UN BRAVO GIORNALISTA E GIROVAGO SPESSO NEL TUO BLOG TE LA CAVI A SCRIVERE... PERò AVVOLTE I GIORNALI COME SAI MEGLIO DI ME NON DICONO NEMMENO UN 50 DELLA VERITà... INFORMATI CERCA NON SOLO SU INTERNET E VEDRAI CHE FRANCESCO è DIVERSO è SOLO UN GRANDISSIMO UOMO CHE HA AVUTO IL CORAGGIO DI RIBBELLARSI A CATTIVE INTENZIONI

    RispondiElimina
  6. Illiano ti devono mangiare i cani a te e tutta la tua razza... ia passà tanta wai nemmeno le palle di farti la galera hai avuto... ma che uomo sei muccuss prima vuoi fare il killer e dopo nemmeno 1 anno ti penti omm e sfaccim, illiano tempo al tempo
    devi fare una lenta e dura morta tu e la tua famiglia di spaccimm... illiano vien a com o cess non vai nient sei un uomo di merda sei una cacca sana sana ... devi morire trucidato puozz itto o sang fai skif skifus , dovevate solo navigare sott acqua perche franchtiell vi affogava mettendovi le palle in bocca band e fallit

    RispondiElimina
  7. Come scrivi tu , non poteva dichiarare guerra , ma non perchè era solo... ma x il semplice fatto che non sapeva che lo volevano morto ... perche qll che hanno ftt non è guerra e solo una cattiveria... parlo della gente che hai nominato nell'articolo lo sapevano bene che nn potevano dichiararlo guerra perche FRANCESCO FELDI se li mangiava vivi a qst 4 lutamme che nn valgono niente, qst ragazzo da 1 al massimo 2 centesimi che commetteva omicidi per altra gente mi puo far solo pena e uno skifoso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ai ragione...feldi,era un uomo d'onore! È no com`e sti fam,che sparano alle spalle e non solo! Non si sanno fare manco la galera . Riguardo ai mandanti se vist cuand`ievn ind a 2 ann ann`distrut utcos sient`a me a spar un c vo nient so e conseguenz c tia`piglia ca t fan`omm!o no?

      Elimina
    2. vrancat e munnezz a tt quand franchtiell er na lot a fatto bn qst ragazzo e poi che colpa ne ha lui lui e un soldato loro dicono e lui esegue l'importante e che lo ha cpt e a fatto bn a pentirsi nn parlate senza sapere nnt

      Elimina
  8. Esiste un solo boss a secondigliano e lui si kiama paolo di lauro era l unico k faceva girare la moneta e po parlammc kiar e n omm serio un grande boss viva PAOLO DI LAURO SEI L ONORE DI SECONDIGLIANO E SCAMPIA

    RispondiElimina
  9. Esiste un solo boss a secondigliano è lui si kiama Paolo D i Lauro un uomo serio k nn stava mai a contatto con nessuno è un grande uomo d onore e po abbuscavn tt qnt e sord sott a iss il leone è ferito ma nn è morto fidatevi ONORE AL CLAN DI LAURO PAOLO DI LAURO SEI E RESTERAI IL PIÙ GRANDE BOSS DI TUTTI I TEMPI

    RispondiElimina
  10. quando era vivo gennaro Licciardi comandava tutto lui e nessuno osava contraddirlo e non cerano tutti questi morti lui era il vero boss di tutti

    RispondiElimina

SVOGATEVI CON QUESTI CAZZO DI CAMORRISTI,VOGLIO SENTIRLE E VEDERLE DI TUTTI I COLORI