domenica 24 marzo 2013

Il calvario di Domenico Pagano suicidatosi in carcere.

Se ne e' andato cosi',in solitudine,nello squallore di una cella del carcere di opera,Milano,dove era recluso al 41 bis,per espiare una pena a vent'anni di carcere per associazione e altro.Una morte orrenda,in solitudine,senza chiedere aiuto a nessuno,e' morto cosi' Domenico Antonio Pagano detto zi' mimi',fratello di Cesare Pagano,e cognato di Raffaele Amato o lell,ritenuti i capi degli
scissionisti.Una carcerazione sofferta per chi come Domenico Pagano,era abituato alla bella vita e tante belle donne.Una vita al massimo,vissuta tra lusso sfrenato,alberghi viaggi e tutto questo da perfetto sconosciuto negli archivi delle forze dell'ordine.Non era mai stato arrestato Domenico Pagano,per le forze dell'ordine era un perfetto sconosciuto,infatti prima della faida non gli era stato attribuito nessun ruolo dirigenziale nel clan Di Lauro,dove invece Domenico era uno dei vertici insieme al fratello e al cognato.Viveva da miliardario in pensione prima della faida,guadagnava tantissimi soldi,stando ben attento a tenere un profilo basso criminalmente,si mimetizzava proprio per non essere accusato di associazione o altro prima della faida.Poi invece la sua situazione e' mutata dopo il 2004,quando il fratello Cesare insieme a Raffaele Amato riuscirono a configgere i Di Lauro,diventando i padroni assoluti di tutta secondigliano e scampia.Un po' per i pentiti che lo accusavano,un po per mantenere unito il clan degli scissionisti Domenico usci' allo scoperto,era l'ambasciatore del fratello,che inviava gli ordini e i soldi agli affiliati tramite Domenico.La mazzata che decapito' il clan fu la famosa inchiesta e i successivi arresti scaturiti da una imponente operazione anticamorra denominata c3.Una lettera e un numero che diventera' il tallone di Achille per il clan degli scissionisti,molti affiliati iniziano ha collaborare con la giustizia e i capi vengono spediti tutti in regime di carcere duro,e condannati a pene severe.Cesarino fu arrestato grazie alla soffiata che Biagio Esposito fece per accreditarsi lo status di collaboratore di giustizia,Raffaele Amato invece,era stato arrestato in Spagna da una operazione congiunta con la polizia spagnola e l'interpol.Fu estradato in tempi rapidi e sta scontando vari ergastoli anche lui in regime di carcere duro.Sia per Raffaele Amato che per Cesare Pagano comunque,le tegole giudiziali stanno continuando a cadere sulle loro teste,opera anche dei nuovi collaboratori che li stanno accusando di altri reati.Domenico Pagano era l'unico latitante che dopo l'arresto del fratello e del cognato,gestiva quello che era rimasto del clan degli scissionisti.Fu arrestato a Cicciano nel napoletano,dopo serrate indagini con l'ausilio di intercettazioni e pedinamenti.Era stato trasferito subito nel carcere di opera al 41 bis,le accuse a suo carico,erano tutte fondate sulle dichiarazioni di molti collaboratori di giustizia.Era stato condannato a vent'anni di carcere,ma anche per lui la giustizia aveva messo in moto un meccanismo stritolante.Era indagato per tanti altri reati,e la speranza di lasciare il carcere si allontanava ogni volta che gli inquirenti gli notificavano nuove accuse,altri faldoni giudiziari.Per chi il carcere non lo ha mai visto,e dura da un momento all'altro essere arrestati,condannati e isolati da tutto e tutti.Il suo suicidio comunque puo' essere interpretato in diversi modi.Puo' darsi che il carcere,il 41 bis lo aveva minato nell'anima e nella mente,ma non ha accettato il fatto che l'unica strada per tirarlo fuori da quell'inferno era solo una,collaborare con la giustizia.Lui invece e' rimasto fino a l'ultimo un vero irriducibile,si e' lasciato morire per non collaborare...

14 commenti:

  1. questa è una morte da uomini morire ma non collaborare mai.....riposa in pace zii mimi federico da cava dovrebbero morire tutti gli infami.....rip

    RispondiElimina
    Risposte
    1. federico ai detto bene e una morte da signore a fatto capire che da vivo era un uomo ed anche morto e la stessa cosa bravo mimi lui si che estato un uomo con le palle non celafatta a supportare la alera ed a preferito ammazzarsi no come sti infami pentiti che non celafanno a farsi la galera e cantano sti cornuti infami

      Elimina
  2. ci sono politici in italia che si battono per il benessere psico-fisico degli animali e poi tengono persone al 41bis(incostituzionale). r.i.p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli animali valgono molto più di quelli rinchiusi al 41 bis.
      Ndr

      Elimina
  3. Scusate ma le persone che sono al 41bis quale riguardo hanno avuto per le vite che hanno stroncato ,per le famiglie che piangono tutto il giorno per la perdita dei propri cari.Credo che tutti possano delinquere ma ognuno sa la strada che sceglie e a quali conseguenze questa scelta porti.Io ricordo sempre Falcone e Borsellino ,a confronto il 41bis e' un hotel a 5 stelle.ovviamente la mia e' una considerazione personale

    RispondiElimina
  4. una vita buttata, hai inseguito facili guadagni vendendo veleno ai figli degli altri, hai ordinato omicidi creando morte e disperazione, pensavi di fare la bella vita, volevi i soldi facili senza la fatica di guadagnarsi onestamente il pane quotidiano...ma non avevi le palle di sopportare la galera!!! ti sei dato la morte da solo ed è giusto così, codardo di un camorrista!!!

    RispondiElimina
  5. ho preso solo una parte dell'art.27 della Costituzione Italiana che recita così: Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato.Ma ormai la nostra costituzione è carta straccia grazie a persone che la pensano come te che la Costituzione la tirano fuori solo quando gli fa comodo.


    RispondiElimina
  6. SEMPRE ONORE AI GIUDICI,AGLI UOMINI VERI A I VERI EROI FALCONE E BORSELLINO !!!!!

    RispondiElimina
  7. il colpevole è lo stato, il 41 bis è inumano...
    riposa in pace Zi Mimì

    RispondiElimina
  8. W IL 41 BIS PER QUESTI PEZZI DI MERDA ANZI LA SEDIA ELETRICA OPPURE LA CAMERA A GAS NESSUN RISPETTO PER QUESTA MERDA!!!!!!!!!!
    DOVETE MORIRE TUTTI CAMORRISTI DI MERDA.

    RispondiElimina
  9. era consapevole quante famiglie a fatto piangere questa lota poi nn e stato nemmeno uomo a farsi la galera e stato un cacasotto il fratello e un uomo e il cognato lui solo la vergogna del clan amato pagano

    RispondiElimina
  10. ma vergonatevi. spero che dinanzi a dio chiede perdono di tutte le cattiverie che a fatto questa bestia ma se in giro ci sono ancora persone come voi che elogiate a sta merda stiamo proprio rovinati ma andate a zappare poveracci siete solo feccia e basta non siete nulla altro che al 41bis vi dovrebbero buttare nel acido

    RispondiElimina
  11. federico ma vai a raccogliere i funghi che col tempo che sta facendo a cava e una miniera d oro x te che ti salvi imbecille !!!!! sarai un altra lota che rompe i coglioni al prossimo porti solo danni...... accirt

    RispondiElimina
  12. di persone come queste ne siamo pieni zeppi,che continuano ad elogiare la camorra;Forse prima loro dovrebbero essere condannati.Siamo una citta' di ignoranti e gente inutile,per questo al nord ci odiano,vergognatevi.

    RispondiElimina

SVOGATEVI CON QUESTI CAZZO DI CAMORRISTI,VOGLIO SENTIRLE E VEDERLE DI TUTTI I COLORI